Inter, vittoria in Champions. Facchetti: «Punti, gol, certezze: di questo abbiamo bisogno»

Inter, vittoria in Champions. Facchetti: «Punti, gol, certezze: di questo abbiamo bisogno»

di Gianfelice Facchetti

Mentre l'Italia pallonara guarda con invidia agli sport che vincono e si arrovella su Juve Salernitana e al reato di lesa maesta' contro la Vecchia Signora, ecco il secondo turno di Champion's League. L'Inter di Inzaghi si e' presentata con un po' di cambi in avvio di partita, rispetto agli undici piu' coinvolti sin qui. Servivano tre punti per dare linfa alla fiducia ritrovata nel finale contro il Torino, servivano per fare un passo nel girone e sono arrivati senza troppi affanni. Bene cosi', di questo abbiamo bisogno. Punti, gol, certezze. Un gol per tempo, il primo di Dzeko e l'altro di Dumfries, la porta inviolata.

La trasferta europea rafforza la convinzione per ritrovare la strada in campionato dove nessuno corre. Udine e' dietro l'angolo e non sara' una passeggiata ma stiamo rimettendo fuori la testa. Archiviate le chiacchiere sul dualismo tra portieri, ne aspettiamo altrettante sul rinnovo di Skriniar, pero' la testa comincia a essere piu' leggera. Cosi' le gambe e il gioco. Non e' stato fatto ancora nulla e prove piu' dure ci attendono ma la scossa di sabato a san Siro ha rimesso in moto buone energie. Per coltivare ottimismo basta poco, leggere Viktoria accanto al nome Inter per esempio.


Ultimo aggiornamento: Martedì 13 Settembre 2022, 21:18
© RIPRODUZIONE RISERVATA