Francesco Oppini: «La Juve sigilla a doppia mandata la zona Champions»

Francesco Oppini: «La Juve sigilla a doppia mandata la zona Champions»

di Francesco Oppini

Torniamo da Reggio Emilia con tre punti che possono valere il terzo posto. La Juventus sigilla a doppia mandata (anche se non c’è ancora la matematica) la qualificazione alla prossima Champions League centrando il primo obbiettivo minimo stagionale.

Questo arriva dopo una vittoria come quella di ieri sera contro il Sassuolo, ottimo soprattutto nei primi tre quarti di gara, ma che soccombe grazie a due giocate singole di due giocatori che oggi sono lontani dal progetto futuro; Dybala e Kean. Il primo dichiaratemente, il secondo dovrà conquistarsi la riconferma e non sarà cosa facile. La prestazione di ieri sera è stata però brutta e a tratti imbarazzante, ma bisogna anche tenere conto del fatto che l’orchestra messa in piedi da Mr. Scudetto Allegri fosse piena zeppa di defezioni in tutte le parti del campo, ancora una volta, come da inizio stagione d’altronde.

Nota positiva della serata, oltre ovviamente al risultato stesso, la prestazione del pupillo neroverde su cui la dirigenza juventina sembra avere riposto le proprie attenzioni per la prossima stagione, quel Giacomo Raspadori che oltre a segnarci ci ha fatto capire, vedere e provare sulla nostra pelle di che pasta sia fatto il giovane ragazzo di Bentivoglio.


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 27 Aprile 2022, 07:49
© RIPRODUZIONE RISERVATA