Francesco Oppini: «Juve, adesso basta, obbligati ad assistere a uno spettacolo impietoso»

Francesco Oppini: «Juve, adesso basta, obbligati ad assistere a uno spettacolo impietoso»

di Francesco Oppini

Cara vecchia Juventus mia, così non ci siamo proprio. Adesso basta! Ieri sera in quel di Torino tutti noi tifosi bianconeri siamo stati obbligati e dico “obbligati” ad assistere ad uno degli spettacoli sportivi più impietosi degli ultimi tempi. Non solo abbiamo perso in casa una partita definita per settimane dal nostro allenatore stesso una partita fondamentale, ma l’abbiamo persa anche male, senza uno straccio di idee, di gioco, di personalità e di condizione fisica accettabile. Se non abbiamo perso con una sonora e roboante goleada (cosa che ci può dare speranze solo per un eventuale differenza reti a fine girone) è merito dei pali, di Perin e di qualche intervento miracoloso del duo Bonucci/Bremer.

Per quanto riguarda il resto, tolti Paredes (sempre preziosissimo) e Milik, tutto il resto va rivisto. L’allenatore ha perso completamente la barca, i giocatori la fiducia e i tifosi la pazienza. In vista di Monza domenica pomeriggio, urge cambiare qualcosa con urgenza, e questo qualcosa va fatto prima che sia troppo tardi, altrimenti anche quest’anno lotteremo al massimo e non oltre ancora e solo per il quarto posto. Questo alla Juventus non è accettabile. Vincere è l’unica cosa che conta, torniamo a farlo.


Ultimo aggiornamento: Giovedì 15 Settembre 2022, 10:30
© RIPRODUZIONE RISERVATA