Francesco Oppini bacchetta l'attacco della Juve: «Tutti insufficienti». Ma lancia la sfida all'Inter: «Vogliamo la coppa Italia»

Per i bianconeri la vittoria contro i nerazzurri significherebbe l'undicesimo anno consecutivo "con titoli vinti".

Francesco Oppini bacchetta l'attacco della Juve: «Tutti insufficienti». Ma lancia la sfida all'Inter: «Vogliamo la coppa Italia»

Nella giornata in cui la Juventus raggiunge la qualificazione matematica alla prossima Champions League e Bonucci trova una doppietta nel giorno del suo trentacinquesimo compleanno, la vecchia signora torna alla vittoria ma allo Stadium questa volta l’attacco resta praticamente negli spogliatoi.

Nella fondamentale partita di ieri, non poco sofferta contro un ottimo Venezia in cerca di punti salvezza, i bianconeri offrono una prestazione dimenticabile seppur redditizia. La difesa c’è, Bonucci su tutti con una doppietta decisiva, De Ligt, Danilo e Pellegrini sono sul pezzo oltre ai due soli centrocampisti di ruolo Rabiot e Zakaria, ma la media voti del fronte offensivo bianconero stenta a superare il 5 in pagella. Vlahovic, Morata, Dybala e Kean sono tutti pienamente insufficienti. Colpa anche questa volta del non gioco della squadra? Colpa del centrocampo che verticalizza poco? Colpa delle assenze tutt’ora pesantissime?

Una cosa è certa, ieri, si è visto un giovanissimo Fabio Miretti prendere in mano il centrocampo bianconero con personalità, voglia e grinta, ma può bastare il giovane ragazzo di Pinerolo del 2003 per risolvere la questione tattico tecnica che attanaglia tifosi, giornalisti e web da oramai più di una stagione? La risposta è ovviamente no. Oltre alle ultime tre giornate di campionato, proprio nel bel mezzo, cioè l’11 maggio, ci sarà la finale di coppa Italia contro l’Inter e per vincerla servirà sicuramente una Juventus diversa, a partire da chi ieri non è praticamente sceso in campo. Vincerla significherebbe non restare con zero titoli per l’undicesimo anno consecutivo, roba comunque per palati fini. Finissimi.


Ultimo aggiornamento: Martedì 3 Maggio 2022, 13:55
© RIPRODUZIONE RISERVATA