Pupo: «Fra le Stelle e le stalle non ci sono vie di mezzo. È così che gira il mondo del pallone»

Pupo: «Fra le Stelle e le stalle non ci sono vie di mezzo. È così che gira il mondo del pallone»

di Pupo

L’esito della stagione della Fiorentina è profondamente legato al risultato della partita di sabato prossimo, 21 maggio, contro la Juventus. Fra le Stelle e le stalle non ci sono vie di mezzo. In caso di vittoria la Viola conquisterà un posto in Europa ed archivierà una stagione quasi trionfale. In caso contrario, il Campionato 2021/2022 passerà alla storia come un mezzo fallimento. A quel punto saranno molti i tifosi che accuseranno l’allenatore Italiano di aver sbagliato tattiche e sostituzioni. Gli ricorderanno la sconfitta contro l’Empoli: uno a zero per noi e poi, a sei minuti dalla fine, due a uno per loro. Tornerà in ballo la sconfitta contro il Sassuolo: uno a zero per noi, poi uno a uno e, al 96mo, due a uno per loro. Stesso scenario contro la Salernitana e poi il quattro a zero che ci ha rifilato il Torino. E, ciliegina sulla torta, la sconfitta contro il Milan quando, a partita quasi finita, il nostro portiere rinvia sui piedi dell’attaccante rossonero. Anche il presidente Commisso, se sabato perdiamo, rischia la contestazione. La cessione di Vlahovic all’Juventus durante il mercato di inverno, non è ancora stata digerita dai fiorentini. “Con l’attaccante serbo fino alla fine del torneo, la Fiorentina avrebbe agevolmente conquistato l’Europa”. Questo è il pensiero di molti appassionati Viola. Ma, come ho già scritto, tutto questo non avrà più nessun valore e sarà presto dimenticato se la Viola sconfiggerà i Gobbi. Lo so, sembra un po’ assurdo ma, vi piaccia o no, il mondo del pallone è così che gira.


Ultimo aggiornamento: Venerdì 20 Maggio 2022, 19:54
© RIPRODUZIONE RISERVATA