F1, GP Silverstone: trionfo di Hamilton, prova super di Leclerc e della Ferrari

Video
di Massimo Costa

Prima o poi doveva capitare. Come sempre nella storia della F1, quando due grandi piloti lottano per il titolo mondiale, un incidente tra loro non manca mai. Fino alle ore 16 di domenica, tra Max Verstappen e Lewis Hamilton non si erano mai verificati episodi discutibili, ma nel GP di Gran Bretagna è arrivato il contatto al 1° giro. Il pilota Red Bull-Honda è partito bene dalla piazzola della pole, l'inglese della Mercedes ha subito cercato il sorpasso in un paio di occasioni, ma è stato respinto. All'arrivo alla velocissima Copse, Hamilton si è buttato all'interno affiancando la Red Bull dell'olandese, poi ha alzato il piede, ha anche frenato leggermente, ma ha perso il punto di corda. Nello stesso istante, Verstappen non ha avuto dubbi nel non mollare, come suo solito, e pur avendo lasciato lo spazio al pilota Mercedes, la sua ruota posteriore destra è stata colpita dall'anteriore sinistra di Hamilton. Secondo i dati telemetrici, Lewis è arrivato in quel punto a 315, Verstappen a 301. Poi, come detto, il sette volte iridato ha rallentato notevolmente, mentre il leader del mondiale ha tenuto spinto il pedale dell'acceleratore all'ottanta per cento. La sua RB16B è volata via contro le barriere, un impatto violentissimo tanto che la decelerazione laterale di ben 51G ha stordito Max. Portato al centro medico, non gli sono state riscontrate contusioni, ma per precauzione è stato inviato all'ospedale per controlli alla testa.

Subito è stata esposta la bandiera rossa e dopo un lungo conciliabolo tra i commissari sportivi, a cui non sono mancati gli interventi di Christian Horner (Red Bull) e Toto Wolff (Mercedes), è stata comminata ad Hamilton una penalità di 10" da scontare al primo (e unico) pit-stop. Il team principal Red Bull ha accusato il pilota Mercedes di essere stato eccessivamente aggressivo affermando che alla curva Copse non si supera. Bugia, perché proprio una Red Bull anni fa, condotta da Sebastian Vettel, ha fatto la stessa manovra di Hamilton nei confronti della Ferrari di Fernando Alonso il quale all'esterno alzò saggiamente il piede. Ma negli anni, la Copse è stata spesso teatro di sorpassi, non solo in F1. Hamilton ha poi disputato un Gran Premio eccezionale alla ripresa delle ostilità dopo la bandiera rossa. Con le gomme medie, la W12 non aveva il passo della incredibile Ferrari di Charles Leclerc, balzato al comando nel momento del contatto tra i due avversari che si dividevano la prima fila. Il monegasco ha combattuto come un leone, ha dovuto anche affrontare un taglio di motore che ogni tanto lo rallentava, poi risolto dal box. Leclerc e la Ferrari hanno accarezzato l'idea di vincere il GP giro dopo giro, ma Hamilton implacabile, una volta montate le gomme hard, ha iniziato a volare. La sua Mercedes era nettamente più veloce della Ferrari con quella mescola di pneumatici e dalla quarta posizione in cui era scivolato dopo il pit-stop più la penalità dei 10", ha dato vita ad una clamorosa rimonta. A due tornate dal traguardo, Hamilton di nuovo alla Copse, ha attaccato Leclerc il quale è andato largo, oltre il cordolo, cedendo la prima posizione. Ma nulla poteva fare il pilota Ferrari per contenere la furia del britannico, sospinto dai 140.000 tifosi tutti per lui.

E adesso cosa accadrà tra Hamilton e Verstappen? I duellanti erano arrivati a Silverstone con un divario in classifica generale di 32 punti, a svantaggio di Lewis, adesso la differenza è di sole 8 lunghezze, con Verstappen che tiene il comando del Mondiale. Ma di certo, l'olandese non vorrà sentire il parere di Hamilton per tale incidente e dalle dichiarazioni anche post Gran Premio di Horner, le cose non sembrano andare in questa direzione. Per tutta la Red Bull, Hamilton ha semplicemente buttato fuori (magari pensano lo abbia fatto volutamente) Verstappen. Sarà da capire come Max reagirà nei prossimi GP. Sempre aggressivo e intimidatorio nei confronti dei colleghi nel corso degli anni, come se ogni curva fosse l'ultima dell'ultimo decisivo GP della stagione, sarà interessante vedere come affronterà le prossime gare quando avrà Hamilton a fianco. "So bene che tutti alzano il piede con lui, ma questo non sono certo io, sono qui per lottare e non mi arrenderò mai", ha detto Lewis. Messaggio lanciato. Il GP di Gran Bretagna, decima tappa del Mondiale, ha così acceso gli animi ed offerto una gara splendida in un weekend che, al di là delle dichiarazioni entusiaste di Stefano Domenicali, CEO della F1 (e non ci aspettavamo certo parole diverse), non ha bisogno di una corsetta sprint al sabato di trenta minuti.

Silverstone ha proposto una Ferrari incredibilmente competitiva, come lo era stata a Montecarlo quando Leclerc aveva colto la pole (salvo poi non partire per problemi a un mozzo danneggiato dallo stesso monegasco in qualifica) e Carlos Sainz il secondo posto finale in gara. Lo spagnolo ha disputato una corsa tutta di rimonta, fin dalla sprint, dopo anche un errore nel pit-stop con la gomma anteriore sinistra, e alla fine ha concluso sesto. Da rilevare la buona prova di Valtteri Bottas, rallentato nelle due partenze da un eccessivo pattinamento delle gomme posteriori. Pian piano è risalito ed ha ceduto ad Hamilton la seconda posizione lanciandolo verso la rincorsa a Leclerc. Bene le due McLaren-Mercedes, con Lando Norris quarto e Daniel Ricciardo quinto, il quale con caparbietà ha tenuto alle spalle Sainz. Con il coltello tra i denti dopo la stupenda gara sprint, Fernando Alonso si è preso il settimo posto con l'Alpine-Renault che ha visto nono Esteban Ocon, nuovamente "trafitto" dallo spagnolo. Bravo Lance Stroll che dopo due giornate difficili è riuscito a chiudere ottavo con la Aston Martin-Mercedes. Peccato per Sebastian Vettel, che era settimo quando tutto solo nei primissimi momenti della gara dopo la rossa, si è girato. Qualcosa poi non ha più funzionato sulla sua AMR21, faticando a prendere la Williams di Nicholas Latifi, finché non si è ritirato. Un punticino lo ha acquisito un bravo Yuki Tsunoda con l'Alpha Tauri-Honda. Decimo era il suo compagno Pierre Gasly, ma per una foratura nel finale, è retrocesso 11esimo. George Russell ha rovinato la bella qualifica con una pessima partenza ed ha concluso 12esimo con la Williams-Mercedes precedendo un volitivo Antonio Giovinazzi con una Alfa Romeo-Ferrari che la zona punti non sa più cosa sia... 

Domenica 18 luglio 2021, gara

1 - Lewis Hamilton (Mercedes) - 52 giri
2 - Charles Leclerc (Ferrari) - 3"871
3 - Valtteri Bottas (Mercedes) - 11"125
4 - Lando Norris (McLaren-Mercedes) - 28"573
5 - Daniel Ricciardo (McLaren-Mercedes) - 42"624
6 - Carlos Sainz (Ferrari) - 43"454
7 - Fernando Alonso (Alpine-Renault) - 1'12"093
8 - Lance Stroll (Aston Martin-Mercedes) - 1'14"289
9 - Esteban Ocon (Alpine-Renault) - 1'16"162
10 - Yuki Tsunoda (Alpha Tauri-Honda) - 1'22"065
11 - Pierre Gasly (Alpha Tauri-Honda) - 1'25"327
12 - George Russell (Williams-Mercedes) - 1 giro
13 - Antonio Giovinazzi (Alfa Romeo-Ferrari) - 1 giro
14 - Nicholas Latifi (Williams-Mercedes) - 1 giro
15 - Kimi Raikkonen (Alfa Romeo-Ferrari) - 1 giro
16 - Sergio Perez (Red Bull-Honda) - 1 giro
17 - Nikita Mazepin (Haas-Ferrari) - 1 giro
18 - Mick Schumacher (Haas-Ferrari) - 1 giro

Ritirati
Sebastian Vettel
Max Verstappen

Il campionato piloti
1.Verstappen 185; 2.Hamilton 177; 3.Norris 113; 4.Bottas 108; 5.Perez 104; 6.Leclerc 80; 7.Sainz 68; 8.Ricciardo 50; 9.Gasly 39; 10.Vettel 30; 11.Alonso 26; 12.Stroll 18; 13.Ocon 14; 14.Tsunoda 10; 15.Raikkonen, Giovinazzi 1.

Il campionato costruttori
1.Red Bull-Honda 289; 2.Mercedes 285; 3.McLaren-Mercedes 163; 4.Ferrari 148; 5.Alpha Tauri-Honda 49; 6.Aston Martin-Mercedes 48; 7.Alpine-Renault 40; 8.Alfa Romeo-Ferrari 2.

La Cronaca

Clamorosa vittoria di Hamilton che batte un incredibile Leclerc, poi Bottas Norris Ricciardo Sainz Alonso Stroll Ocon Tsunoda, questi i piloti a punti. A seguire, Gasly Russell Giovinazzi Latifi Raikkonen Perez Mazepin Schumacher

51° giro - Hamilton allunga e va con 3"3 di vantaggio su Leclerc

49° giro - Hamiton implacabile prende Leclerc e lo passa con coraggio alla Stowe, là dove si èra precedentemente con Verstappen. Leclerc va oltre il cordolo, rischia di girarsi, ma la tiene

Dietro a Leclerc e Hamilton, Bottas Norris Ricciardo Sainz Alonso Stroll Ocon Tsunoda Russell Gasly Giovinazzi Latifi Raikkonen Perez Mazepin Schumacher

48° giro - Sei decimi separano Leclerc da Hamilton

Davanti a Leclerc ci sono dei doppiati, il primo è Latifi

47° giro - Il divario tra Leclerc e Hamilton si riduce a 1"6

47° giro - Gasly ai box per una foratura perde la decima posizione, si gira Raikkonen, ma riparte

46° giro - Hamilton si porta a 2"8 da Leclerc

45° giro - Il vantaggio di Leclerc su Hamilton è di 3"8 per il tripudio dei 140.000 tifosi inglesi

44° giro - Hamilton recupera ancora su Leclerc ed è a 4"5

43° giro - Hamilton è a 5"2 da Leclerc, sarà un arrivo da cardiopalma

41° giro - Si ritira Vettel che navigava nelle ultime posizioni dopo il testacoda iniziale

40° giro - Mancano 11 giri al traguardo, Hamilton ha preso il volto e gira 9 decimi più rapido di Leclerc

39° giro - Bottas fa passare Hamilton che sta spingendo tantissimo per andare a caccia di Leclerc

38° giro - Hamilton realizza il giro più veloce ed è a 2" da Bottas e a 10" da Leclerc. Secondo pit-stop per Perez che monta Pirelli medie

35° giro - Leclerc continua con un ritmo incredibile, Bottas è sempre a 9" e Hamilton si sta avvicinando. Sarà inevitabile un ordine di squadra per far salire Lewis in seconda piazza.

32° giro - Leclerc è il più veloce in pista e rifila ben 6 decimi a Bottas, ora a 9"3 dal pilota Ferrari. Hamilton è a 4"3 da Bottas, quarto Norris, dietro a 13" c'è Ricciardo che si sta difendendo da Sainz. Settimo Alonso seguito da Stroll Perez Gasly Ocon Raikkonen Tsunoda Russell Giovinazzi Latifi Vettel Mazepin Schumacher

30° giro - Hamilton supera Norris e si porta in terza posizione a 12"4 da Leclerc

Situazione dopo i pit-stop: Leclerc rimane leader con 7"5 su Bottas, a 11"4 c'è Norris inseguito da Hamilton la cui penaità lo ha fatto scendere in quarta posizione. Quinto è Ricciardo, a 1"9 lo segue Sainz. Ai box Tsunoda e Gasly

29° giro - Pit-stop per Leclerc, il cambio gomme è perfetto. Gomme hard anche per il monegasco

28° giro - Pit-stop per Sainz che perde tanto tempo per un problema all'anteriore sinistra

27° giro - Hamilton va ai box per cambiare le gomme (l'anteriore sinistra è andata) e per scontare la penalità dei 10" per l'incidente con Verstappen. Per lui gomme hard

Siamo a metà gara, Leclerc ha + 2"2 su Hamilton, a 20" c'è Sainz che ha 7" di vantaggio su Bottas. A seguire Norris Gasly (senza pit) Ricciardo Tsunoda (senza pit) Alonso Stroll Perez Ocon Raikkonen Russell Giovinazzi Latifi Vettel Schumacher Mazepin

Leclerc porta il vantaggio su Hamilton a 2"3, Sainz è sempre terzo, ma senza pit-stop

24° giro - Pit-stop per Alonso, gomme hard per lui

23° giro - Pit-stop per Stroll e Giovinazzi, entrambi vanno con le hard. Intanto Norris supera Alonso che non ha ancora cambiato gomme

Leclerc comanda con 1"8 su Hamilton poi Sainz risalito terzo (ma senza pit-stop) poi Bottas Alonso Norris Stroll Gasly Ricciardo Giovinazzi Tsunoda Perez Ocon Raikkonen Russell Latifi Vettel Schumacher Mazepin

22° giro - Ai box anche Bottas che riparte con le hard

21° giro - Leclerc realizza il giro più veloce e intanto pit-stop per Norris che ha però problemi alla posteriore destra. Riparte con le hard

20° giro - Pit stop per Ricciardo che monta gomme hard

18° giro - Pit stop per Perez (da hard a medie) Raikkonen (hard) Russell (hard) Vettel (hard)

18° giro - Leclerc sembra aver ripreso il giusto ritmo e Hamilton si riporta a 1"3

17° giro - Nel retrobox Ferrari stanno cercando di risolvere il problema sul motore di Leclerc

15° giro - Leclerc ha ora solo 6 decimi su Hamilton. L'ingegnere di Leclerc lo ha invitato a provare a intervenire su alcuni dei pulsanti che ha sul volante per rimediare al taglio di potenza che lo sta disturbando

Leclerc comunica via radio di avere problemi al motore e infatti Hamilton si avvicina notevolmente

14° giro - Leclerc aumenta ancora il divario su Hamilton, ora di 1"9

12° giro - Hamilton perde tre decimi e va a 1"7 da Leclerc

10° giro - Leclerc riporta a 1"4 il vantaggio su Hamilton, entrambi devono controllare il consumo delle gomme medie

8° giro - Hamilton comincia a spingere e si porta a 1"2 da Leclerc, a 3"2 dal pilota Mercedes c'è Norris mentre Bottas quarto non riesce a prendere la McLaren. Sainz è sempre sesto mentre Perez, partito ultimo e 20° è ora 12°. Vettel dopo il testacoda da 19° in cui era finito è 17°

7° giro - Hamilton segna il giro più veloce, rimane a 1"4 da Leclerc

5° giro - Leclerc ha 1"5 di vantaggio su Hamilton poi terzo è Norris che tiene Bottas alle spalle, Ricciardo Sainz già sesto, Alonso Stroll Ocon Raikkonen Gasly Giovinazzi Russell Perez Tsunoda Latifi Schumacher Mazepin Vettel

E intanto arriva una penalità per Hamilton, di 10"

Vettel si gira e riprende ultimo mentre Leclerc tiene ancora la prima posizione su Hamilton

Leclerc parte bene e si tiene dietro Hamilton Norris che passa Bottas poi Ricciardo Vettel Alonso Sainz Stroll Raikkonen in top 10

Pronti alla ripartenza con Leclerc che scatterà davanti ad Hamilton Bottas Norris

L'ordine di ripartenza, con vetture ferme in griglia, sarà il seguente: Leclerc, Hamilton, Bottas Norris Ricciardo Vettel Alonso Sainz Raikkonen Ocon Stroll Gasly Giovinazzi Russell Tsunoda Schumacher Latifi Mazepin Perez

Sarà considerato un incidente di gara o Hamilton verrà penalizzato? Horner e Wolff sono in direzione gara

Il replay mostra come Hamilton fosse all'interno di Verstappen, ma poi rallenta, ma Verstappen si difende sempre al limite, stringe un po' e con la posteriore destra urta l'anteriore sinistra della Mercedes, volando brutalmente contro le barriere.

Dai box Red Bull e Mercedes, Christian Horner e Toto Wolff stanno mandando messaggi alla direzione gara affinché o penalizzi Hamilton o non lo penalizzino. Battaglia non solo in pista, ma anche politica

Intanto in corsia box vi sono star del cinema come Tom Cruise, Harrison Ford e Michael Douglas

La Red Bull di Verstappen è ancora alla Stowe, semi distrutta, mentre tutti i piloti sono in corsia box aspettando che le barriere siano ripristinate

Bandiera rossa per ripristinare le barriere, e intanto nel caos Leclerc è passato in testa davanti a Hamilton. Ora tutti ai box.

Incredibile 1° giro a Silverstone, Hamilton parte meglio, ma Verstappen resiste e tiene la prima posizione. Hamilton ci riprova ancora, ma nuovamente l'olandese resiste finché alla veloce Stowe, Hamilton ci prova ancora all'interno, ma i due si toccano a circa 290 orari. La Red Bull di Verstappen vola fuori con violenza, la Mercedes di Hamilton riporta minimi danni e prosegue.

 

 

A parte Perez che parte dai box dopo il ritiro della gara sprint, e che monta gomme hard, tutti gli altri 19 piloti hanno gomme medie

Fa caldo a Silverstone dove sono intervenuti ben 140.000 spettatori per il GP di Gran Bretagna

Comunque la si giri, sono sempre loro a dettare legge in questo divertente Mondiale F1 2021. Max Verstappen e Lewis Hamilton hanno dato spettacolo a Silverstone, tappa del campionato in cui il format è stato rivoluzionato con la disputa della qualifica il venerdì nel tardo pomeriggio e la gara sprint del sabato, che ha determinato lo schieramento di partenza del Gran Premio odierno. Venerdì, al tramonto, Hamilton era stato il più veloce in qualifica battendo Verstappen per 75 millesimi e garantendosi la partenza dalla prima posizione nella corsa sprint di 17 giri. Ma al via, Hamilton si è fatto bruciare da Verstappen, che ha imboccato per primo la curva iniziale resistendo ai successivi attacchi del pilota inglese avvenuti durante tutto il 1° giro. Verstappen ha così vinto in tranquillità la prima gara sprint della storia del Mondiale F1 (esperimento che verrà ripetuto a Monza e San Paolo, se in Brasile si correrà...) precedendo Hamilton e incamerando 3 punti in più per la classifica iridata, 2 i punti presi dal britannico della Mercedes.

 

 

E grazie a quel successo, Verstappen e la Red Bull-Honda partiranno dalla pole per il Gran Premio vero, con Hamilton al suo fianco mentre in seconda fila ci sono Bottas e la prima Ferrari, quella di Leclerc, velocissimo. Terza fila tutta McLaren con Lando Norris e Daniel Ricciardo, poi una quarta fila nobile con i due ex campioni del mondo Fernando Alonso (Alpine) e Sebastian Vettel (Aston Martin). L'altra Ferrari di Carlos Sainz è decima, preceduta dalla Alpine di Esteban Ocon.

GP Gran Bretagna, gara sprint: Verstappen brucia Hamilton al via e vince, Leclerc quarto

Video

 


Ultimo aggiornamento: Lunedì 19 Luglio 2021, 08:56
© RIPRODUZIONE RISERVATA