Arturo Merzario, il campione che tirò Lauda fuori dal fuoco: «Salvai il mio nemico e l'amai»
di Marco Lobasso

Arturo Merzario, il campione che tirò Lauda fuori dal fuoco: «Salvai il mio nemico e l'amai»

La mente torna sempre là, a quel giorno di agosto del 1976 al Nurburgring, in Germania. La Ferrari di Lauda in fiamme, lui che sta per morire asfissiato, con il fuoco che lo ha ormai preso. E poi Arturo Merzario che si ferma con la sua March, come fosse un angelo. Lo tira fuori dall'abitacolo, gli pratica la respirazione bocca a bocca. Lo salva.

È vero che Niki ha ringraziato Merzario di quel gesto incredibile e coraggioso solo 30 anni dopo?
«E' vero, perché lui era uno stronzo. Mio amico in privato, mio nemico e avversario in gara, ma uno stronzo. Sempre. Ma lo amavo perché vedevo in lui il campione vero, un campione dentro».

Lauda nel mito come Senna e Schumacher?
«No, di più, come Ascari e Nuvolari. Un campione d'altri tempi, dentro e fuori dai circuiti. Sapeva stare dentro le gare, era personaggio senza fare nulla per esserlo davvero. Era sempre se stesso».

Perché Lauda è stato così speciale nel mondo della Formula 1?
«Ha fatto qualcosa di unico. Non aveva solo talento, non era solo campione. Lo ero anche io. Ma lui per primo iniziò a ragionare in F1, fece capire a tutti che si poteva vincere non solo correndo veloce, ma anche ragionando, pianificando. E' stato il primo ragioniere-pilota. Un computer. Poi è diventato un professore».

Non solo come pilota, anche come manager.
«Chiedete alla Mercedes quanto ha contato Lauda in questi anni. E quanto c'è di lui nei Mondiali vinti. Tanto. Tantissimo».

Scuse a parte, Merzario e Lauda erano diventati più amici col passare degli anni.
«L'ho sentito spesso dopo l'operazione ai polmoni. Sapevo che era debole e a rischio. E' nato campione, è stato campione, è morto da campione. Ciao amico mio stronzo. Questa volta mi fai piangere davvero. Vai vai, dovunque andrai. I campioni come te, come noi, in fondo non muoiono mai».
Mercoledì 22 Maggio 2019, 05:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA