Formula 1, le pagelle del GP d'Australia: splendido successo di Leclerc davanti a Pérez. Out Verstappen e Sainz Jr.

Formula 1, le pagelle del GP d'Australia: splendido successo di Leclerc davanti a Pérez. Out Verstappen e Sainz Jr.

di Piergiorgio Bruni

Queste le pagelle del gran premio d'Australia, terza prova del Mondiale 2022 di Formula 1. All'interno dell'Albert Park, s'impone con autorevolezza e forza la Ferrari di Charles Leclerc. Dietro al pilota monegasco si piazzano Sergio Pérez sulla Red Bull e George Russel con la Mercedes.

LECLERC – voto 9: C'è poco da dire: semplicemente perfetto. Ha una macchina eccezionale e la capacità, non scontata, di farla rendere ancora di più. È sempre più leader della classifica Piloti, il miglior biglietto da visita per presentarsi a Imola e cominciare ad accarezzare seriamente il sogno iridato. ILLUMINANTE

RUSSEL – voto 7.5: Primo podio con la Mercedes dopo una giornata all'insegna della normalità. Senza troppi fronzoli, con la classica praticità britannica, ha sicuramente il merito di non strafare e di farsi trovare pronto nei momenti cardine del gran premio. PUNTUALE

HAMILTON – voto 7:
Una partenza finalmente da campione del mondo e una buona prestazione a ridosso dei primissimi. Si fa trovare pronto nei momenti clou della giornata australiana e riacquista un po' di fiducia in vista di Campionato che sarà di grandi sacrifici e lontano dalle sue abituali collocazioni. RITROVATO

ALONSO – voto 6.5: Vederlo cambattere in pista, nella vasca degli squali, è sempre un inno alla gioia e uno spot incantevole per la Formula 1. Piace e si fa apprezzare, come se ancora sedesse su una monoposto in lotta per il titolo. È pilota nell'anima, al di là della carta d'identità e della posizione finale. CALDISSIMO

VERSTAPPEN – voto 6: Pure stavolta, così accaduto in Bahrein, viene tradito dalla sua Red Bull. Due ritiri su tre gare sono tanti. Anzi, troppi. Nonostante questo però, nella sfortuna di un motore che si dimostra non pienamente affidabile, l'olandese è sempre performante. E pericoloso. VITTIMA

ALFA ROMEO – voto 5.5:
A essere sinceri, ci si aspettava qualcosa in più dal team del biscione. Le prime gare del 2022, infatti, avevano dato (indirettamente) diversi segnali di risveglio rispetto al torpore dell'anno precedente. Incidente di percorso oppure illusione? Imola, tra un paio di settimane, sarà il vero banco di prova. SUB IUDICE

SAINZ JR. – voto 5:
Sabato disastroso, con una qualifica decisamente a dir poco opaca, domenica da incubo. Il suo calvario australiano finisce dopo appena una manciata di giri tra errori, difficoltà a mettere in temperatura le gomme e problemi al volante. C'è ancora molto da lavorare. DELUDENTE

ASTON MARTIN – voto 4,5: Un weekend da urlo. Di Munch, però. Tra prove libere, cronometrate e gara le vetture britanniche hanno ampiamente varcato il limite del disastroso. La strada è lunga, ma la sensazine che circola ai box è quella di un progetto limitato e non proprio centrato. Si attendono sviluppi. In tutti i sensi. ZOPPICANTI


Ultimo aggiornamento: Lunedì 11 Aprile 2022, 12:28
© RIPRODUZIONE RISERVATA