Vialli e il videomessaggio a Lippi prima della morte: «Al mio messia, spero che non ti dimenticherai di me»

Il messaggio registrato dall'ex centravanti bianconero per l'allenatore poco prima di morire

Il commovente videomessaggio di Vialli a Lippi prima della morte: «Al mio messia, spero che non ti dimenticherai di me»

Sono stati due anni intensi, quelli condivisi da Gianluca Vialli e Marcello Lippi alla Juventus tra il 1994 e il 1996. Nel '95 insieme hanno vinto lo scudetto e nel '96 la Champions League. Tra i due si è creato un legame speciale che andava oltre il campo. 

Commovente lo spezzone del docufilm "Adesso vinco io - Marcello Lippi" in cui Gianluca Vialli registra un videomessaggio per l'ex ct della nazionale, chiedendogli di non dimenticarlo, poco prima della sua morte avvenuta il 5 gennaio 2023. Quando l'ex attaccante bianconero registra il videomessaggio per Lippi, è in un momento di grande sofferenza fisica, alle prese con la battaglia col cancro. E' il 22 novembre e a Viareggio andava in scena una rimpatriata con alcuni dei protagonisti di quella Juventus vincente degli anni '90. Il messaggio di Vialli viene proiettato mentre tutti i partecipanti sono a tavola e le parole di Vialli lasciano una grande emozione nel cuore di Lippi.

Il videomessaggio

«Ciao ragazzi, come va? Mi dispiace non essere con voi oggi a festeggiare. Mi dispiace tantissimo. Sono con voi con lo spirito naturalmente, è un po' che non ci vediamo, ma il filo che ci unisce è sempre lo stesso. Abbiamo condiviso tante cose insieme, vittorie sconfitte. Vi ho fatto vincere una Champions… sto facendo come Ciro, rido alle mie stesse battute. Vi abbraccio tutti con tantissimo affetto, ma abbraccio soprattutto il mio messia (Lippi). Non ti dimenticherò mai, spero che anche tu non mi dimentichi di me, del tuo centravanti.

Ragazzi, dai, godetevela oggi e a prestissimo, vi voglio bene». Il video si chiude con l'applauso di tutti e con la visibile commozione sul volto dell'allenatore campione del mondo. 


Ultimo aggiornamento: Lunedì 19 Febbraio 2024, 17:00

© RIPRODUZIONE RISERVATA