Verona-Pescara 0-0. Palo di Mancuso per gli abruzzesi, vicini alla finale
di ritava di vincere, comunque passerebbe in finale con il semplice pareggio, l’Hellas comunque è tornata

Verona-Pescara 0-0. Palo di Mancuso per gli abruzzesi, vicini alla finale

Verona-Pescara semifinale playoff di serie B è finita senza gol ma è stata davvero una bella partita, a lungo viva, non come la classica gara d’andata. Il Pescara è stato superiore, meritava di vincere, comunque passerebbe in finale con il semplice pareggio, l’Hellas comunque è tornata a discreti livelli, Aglietti è più esperto dell’esonerato Grosso e ha ridato convinzione ai gialloblù. Le occasioni sono per il biancazzurro Mancuso, servito da Memushaj, e per Di Carmine, con parata di Fiorillo, che salverà anche su Danzi. Anche il veronese Gustafson si fa vivo, risponde Marras, Silvestri respinge. Neanche Crecco lo sorprende, poi Mancuso coglie il palo, su assist di Marras. Crecco, Di Carmine, Gustafson e Laribi nella stessa azione. Il Verona è vivo, di nuovo con lo svedese e con Matos.

Nel secondo tempo Mancuso pizzica ancora i portiere veneto, idem Empereur con Fiorillo. La squadra di Pillon è più organizzata, ogni tanto il Verona ha una fiammata. Il match si spegne, a parte il colpo di testa di Tupta parato. Domenica la formazione del presidente Setti dovrà vincere all’Adriatico, per passare.




 
Mercoledì 22 Maggio 2019, 23:07



© RIPRODUZIONE RISERVATA