Verona non è più fatale: il Milan vince 2-1. Pioli esulta: «Finalmente tre vittorie di fila»

Verona non è più fatale: il Milan vince 2-1. Pioli esulta: «Finalmente tre vittorie di fila»

di Massimo Sarti

Il Milan soffre al Bentegodi il nuovo Verona di Bocchetti, ma alla fine riesce a vincere 1-2 e a conquistare tre punti che permettono ai rossoneri di rispondere ai successi di Napoli ed Atalanta. Diavolo terzo da solo in classifica, sempre a -3 dalla vetta.
Milan implacabile in trasferta: terzo successo consecutivo, 17° risultato utile di fila. Gli uomini di Stefano Pioli (150 panchine in rossonero) sono gli unici imbattuti fuori casa nel 2022 nei maggiori campionati d'Europa. «Dopo un approccio più che buono ci siamo disuniti. Ma ancora una volta nelle difficoltà la squadra ha saputo lavorare bene.E poi finalmente tre vittorie di fila», è il commento di Pioli. La novità della formazione del Milan è la prima da titolare per Adli. Nell'Hellas c'è l'esordio in panchina per Salvatore Bocchetti, chiamato a sostituire l'esonerato Cioffi.
È un Verona assai aggressivo quello che approccia il match, ma al 9' Hrustic perde palla malamente. Giroud la recupera e serve Leao per una delle micidiali accelerazioni del portoghese. Sul pallone messo al centro Veloso insacca nella propria porta. All'11' Diavolo vicinissimo al raddoppio: scambio tra Brahim Diaz e Giroud, il francese davanti a Montipò non centra lo specchio della porta.

Al 19' il pareggio del Verona: azione ariosa dei padroni di casa con il pallone che perviene a Gunter, il cui tiro non trascendentale viene deviato da Gabbia alle spalle di Tatarusanu.
A inizio ripresa doppio cambio per Pioli che inserisce Rebic e Origi in luogo di Brahim Diaz e Giroud. Si parte con un contropiede Hellas e un sinistro out di Hrustic e con un'occasione per Rebic, fermato da Montipò. Meglio il Verona del Milan: al 56' traversa di testa del neo entrato Piccoli e volée dal limite di Gunter alta di pochissimo.
Pioli ridisegna il centrocampo con Bennacer e Pobega al posto di Adli e Krunic. Al 76' doppio riflesso di Montipò, prima su sventola di Theo Hernandez, poi su girata di testa di Rebic. I rossoneri crescono e trovano il nuovo vantaggio all'81': splendido il passaggio da destra di Rebic per Tonali che fa passare la sfera sotto le gambe di Montipò. L'ex bresciano al Bentegodi aveva già segnato una doppietta lo scorso 8 maggio in un match fondamentale nella corsa scudetto. «Vittoria che pesa. Siamo felici che anche durante le partite no riusciamo a portare a casa la vittoria». Così Tonali.
riproduzione riservata ®


Ultimo aggiornamento: Lunedì 17 Ottobre 2022, 09:28

© RIPRODUZIONE RISERVATA