L'Uefa contro Neuer per la fascia da capitano arcobaleno: scatta l'inchiesta. Poi fa retromarcia: «È una buona causa, nessuna multa»

L'Uefa contro Neuer per la fascia da capitano arcobaleno: scatta l'inchiesta. Poi fa retromarcia: «È una buona causa, nessuna multa»

L'Uefa contro Neuer per la fascia da capitano arcobaleno: scatta l'inchiesta. Saranno senz'altro tante le polemiche che faranno seguito a questa decisione. L'Uefa ha aperto un'inchiesta sulla federazione tedesca (Dfb) a causa della fascia da capitano color arcobaleno portata al braccio da Manuel Neuer nelle partite contro la Francia e ieri contro il Portogallo.

 

MANUEL NEUER E LA FASCIA ARCOBALENO

 

Lo riferisce l'emittente televisiva tedesca Ntv. Neuer aveva già portato questa fascia a gennaio giocando nel Bayern, nell'ambito di una campagna del club per promuovere tolleranza e diversità, e adesso lo fa perché è in corso il cosiddetto 'Pride Month', un mese di iniziative dedicate al movimento Lgbt, e lui vuole continuare a sostenere i diritti sociali, in particolare quelli legati proprio al mondo Lgbt. Secondo l'Uefa, tutto ciò potrebbe essere interpretato come simbolo politico, motivo per cui la federcalcio tedesca e Neuer rischiano una multa. 

 

Poi in serata fa retromarcia, forse anche per bloccare le polemiche che inevitabilmente stavano montando: nessun provvedimento a carico della federcalcio tedesca e di Manuel Neuer per la fascia arcobaleno pro-diritti Lgbt portata al braccio dal portiere, capitano della Germania, nelle partite contro Francia e Portogallo. Lo fa sapere l'Uefa spiegando di aver preso in esame la questione e di aver concluso che Neuer «sta promuovendo una buona causa». Quindi niente multa per la federazione e per il giocatore.


Ultimo aggiornamento: Lunedì 21 Giugno 2021, 00:06

© RIPRODUZIONE RISERVATA