Totocalcio, il ritorno. Da oggi le nuove schedine: addio al 14. Tante formule e non c'è solo la serie A
di Enrico Chillé

Totocalcio, il ritorno. Da oggi le nuove schedine: addio al 14. Tante formule e non c'è solo la serie A

Il Totocalcio si rinnova. In un'epoca contraddistinta dalle scommesse sportive in tempo reale e su qualsiasi possibile evento, il concorso calcistico a premi più longevo della storia d'Italia cambia radicalmente. Già dalle 7 di oggi sarà possibile giocare le prime schedine, in vista della seconda giornata di ritorno del campionato di Serie A.

 


Il 2022 si apre con l'abolizione del Totogol ma anche con una ventata di freschezza per il Totocalcio, che dopo oltre 75 anni cambia le proprie modalità di gioco. Addio al 14, ma ci sono nuove possibili formule da scegliere prima della giocata tra partite obbligatorie e partite opzionali.


Non ci saranno solo gare del nostro campionato, ma anche eventi della Liga spagnola, della Ligue 1 francese e della Bundesliga tedesca.
Il giocatore potrà scegliere tra le seguenti formule: Formula tre (le prime due partite obbligatorie in palinsesto e una opzionale a scelta), Formula cinque (prime tre partite obbligatorie in palinsesto e due opzionali a scelta), Formula sette (prime quattro partite obbligatorie in palinsesto e tre opzionali a scelta), Formula nove (prime sei partite obbligatorie in palinsesto e tre opzionali a scelta), Formula undici (prime sette partite obbligatorie in palinsesto e quattro opzionali a scelta) e infine l'intramontabile 13 (le otto gare obbligatorie in palinsesto e altre cinque opzionali a scelta).


Con una singola giocata si potrà scegliere una sola formula. Il costo minimo della giocata è di un euro, per giocare c'è tempo da oggi fino alle 12.15 di domenica 9 gennaio. «Il Totocalcio diventa più semplice e coinvolgente, magari riuscirà a conquistare anche il pubblico più giovane che non ci si è mai cimentato», ha spiegato Massimo Temperelli, managing director betting di Sisal. Cambia anche la suddivisione della raccolta: 75% al montepremi, 5% al concessionario, 8% al punto vendita e il 12% allo sport.
riproduzione riservata ®


Ultimo aggiornamento: Martedì 4 Gennaio 2022, 07:31

© RIPRODUZIONE RISERVATA