Juve, Allegri prova a scalare il K2: Kulusevski+Kean per la rincorsa Champions
di Timothy Ormezzano

Juve, Allegri prova a scalare il K2: Kulusevski+Kean per la rincorsa Champions

Allegri prova a scalare il K2. Il tecnico della Juventus ha fretta di trovare le migliori versioni di Kulusevski e Kean, entrambi ampiamente sotto gli standard auspicati dal club bianconero. Il primo ieri è tornato ad allenarsi in gruppo (assente invece Locatelli, bloccato da una leggera gastroenterite) ed è quindi recuperato per la trasferta di sabato a Bologna, così come l'altro incursore McKennie.
Resta invece in dubbio Dybala, che si è limitato a lavorare in palestra: l'argentino potrebbe tornare martedì allo Stadium contro il Cagliari. Kulusevski è vivamente chiamato a dare segnali di ripresa. I conti sin qui non tornano. Sul suo personalissimo cartellino ci sono appena 4 presenze tra i titolari, un solo gol in Champions e nessun centro in serie A.
E dire che il nuovo 4-2-3-1 disegnato da Allegri sembra molto adatto alle caratteristiche dello svedese, bravo a galleggiare tra le linee. L'infortunio di Chiesa ha dato un po' di spazio al classe 2000, che resta comunque sul mercato, con un certo seguito in Premier League: tra i club più interessati a Kulu ci sono infatti Tottenham e Arsenal.
Serve un salto di qualità anche da parte dell'altro classe 2000 Kean, deludente vice Morata. Il centravanti cresciuto nella cantera bianconera, tre gol all'attivo tra serie A e Champions, l'estate scorsa è rientrato alla base per un'operazione che potrebbe costare alla Signora 38 milioni tra prestito, riscatto e bonus. Non pochi. L'ex centravanti di Everton e Psg farà staffetta con Morata al Dall'Ara, lo stadio in cui Kean segnò il suo primo gol in bianconero nel maggio 2017 regalando al 94' la vittoria alla sua Signora.
L'altra K da cui Allegri si aspetta qualcosa di più è quella di Kaio Jorge, reduce da 78 minuti piuttosto anonimi in casa del Venezia. A meno di colpi di scena il brasiliano non verrà comunque ceduto a gennaio. Quando la Juve proverà a realizzare il sogno (o utopia?) Vlahovic o più realisticamente a chiudere per Icardi o Scamacca, possibilmente in prestito con diritto di riscatto.
riproduzione riservata ®


Ultimo aggiornamento: Giovedì 16 Dicembre 2021, 08:30

© RIPRODUZIONE RISERVATA