Szczesny, portiere ritrovato: la rimonta Juve passa da lui. Allegri: «Lasciatelo sereno»
di Timothy Ormezzano

Szczesny, portiere ritrovato: la rimonta Juve passa da lui. Allegri: «Lasciatelo sereno»

Brocco a chi? Era solo questione di tempo, perché la qualità di Szczesny non si discute. Ci sono i suoi guantoni dietro alla fondamentale vittoria della Juventus contro la Roma e più in generale dietro alla rimonta dei bianconeri in campionato. Il portiere polacco ha parato le critiche, esagerate se non feroci, ricevute dopo il balbettante avvio di stagione. I tre punti persi per le sue topiche contro Udinese e Napoli sono stati restituiti con gli interessi. Ai primi segnali di riscatto contro Milan e Spezia, ne sanno qualcosa Kalulu e Maggiore, è seguita la prova da migliore in campo contro la Roma. L'ex giallorosso ha ipnotizzato uno specialista dagli undici metri come Veretout, confermandosi un buon pararigori: già 22 penalty intercettati su 78, di cui 5 nel 2021. «Szczesny era stato impallinato da tutti, ma non è che fosse diventato scarso. È un portiere di valore internazionale. Doveva solo stare sereno», ha detto Allegri. «Siamo usciti dal big match contro la Roma con tre punti e la porta inviolata! Grande sforzo di squadra», ha scritto Tek sui social, sottolineando il terzo clean sheet consecutivo. Il vento era già cambiato prima della sosta. La vittoria per 1-0 contro il Toro aveva interrotto una striscia di ben 20 partite di fila in Serie A con almeno una rete al passivo, la seconda sequenza peggiore della storia bianconera dopo le 21 giornate consecutive a porta aperta nel 1955. La rinascita non poteva che partire dalle fondamenta, dalla solidità difensiva: davvero troppi i 10 gol presi nelle prime 7 uscite stagionali. Vendetta sportiva consumata anche per altri tre elementi, uno per reparto: gli azzurri De Sciglio, Bernardeschi e Kean hanno superato a pieni voti l'esame-Roma zittendo i tanti detrattori rispettivamente a suon di assist, tiri e gol. Domani in casa dello Zenit potrebbero lasciare il posto ad Alex Sandro, McKennie (o Ramsey) e Morata. Certa invece la conferma del ritrovato Szczesny, che prenota anche il derby d'Italia di domenica al Meazza nerazzurro. Per lasciare spazio a Perin ci sarà tempo nel successivo impegno contro il Sassuolo.
riproduzione riservata ®


Ultimo aggiornamento: Martedì 19 Ottobre 2021, 08:43

© RIPRODUZIONE RISERVATA