Lukasz Skorupski, la moglie molestata da tre uomini in strada: «M...e, venite quando ci sono io»

Lukasz Skorupski, la moglie molestata da tre uomini in strada: «M...e, venite quando ci sono io»

«Ero da sola, col cane e il bambino, quando sono stata molestata in strada da tre uomini». Inizia così il racconto di Matilde Rossi, moglie del portiere del Bologna, Lukasz Skorupski, che ha rivelato di essere stata vittima di molestie per le strade del capoluogo felsineo.

 

Leggi anche > Casa Totti, il lieto evento: «A belli, era ora...». Francesco commenta così

 

 

A metà tra il racconto e lo sfogo, Matilde Rossi ha spiegato: «Penso che sia molto vigliacco, da parte di tre uomini, prendersela con una ragazza da sola col bambino e il cane e, oltre a non guardare neanche negli occhi tenendo gli occhiali da sole, non rivelare il proprio nome quando chiesto... l'educazione domani». La donna stava passeggiando col figlio Leonardo e con il cane, per le strade di Bologna, mentre il marito era impegnato nella trasferta di Genova contro la Sampdoria. I tre uomini avrebbero riservato pesanti apprezzamenti nei confronti della donna, oltre a qualche epiteto volgare.

 

Lukasz Skorupski, portiere del Bologna e della nazionale polacca, si è contenuto decisamente meno rispetto alla moglie: «M...e, venite quando ci sono io, vi aspetto a braccia aperte!». Il club rossoblu, dal canto suo, ha chiarito che l'episodio non ha nulla a che fare con la squadra e che i tre molestatori con tutta probabilità non conoscevano neanche l'identità di Matilde Rossi.


Ultimo aggiornamento: Lunedì 23 Novembre 2020, 21:42

© RIPRODUZIONE RISERVATA