Sampdoria-Atalanta 0-2, le pagelle: Gosens-Malinovskiy padroni assoluti, Verre troppo impreciso
di Daniele Petroselli

Sampdoria-Atalanta 0-2, le pagelle: Gosens-Malinovskiy padroni assoluti, Verre troppo impreciso

L'Atalanta, dopo il ko in Champions contro il Real Madrid, ritrova subito la vittoria. 2-0 in casa della Sampdoria con una rete per tempo (Malinovskyi e Gosens) e Juventus raggiunta al terzo posto.

LE PAGELLE DELLA SAMPDORIA

AUDERO 5.5
Nella prima frazione capitola alla prima vera occasione degli ospiti, così come nella ripresa, dove però è decisivo su Gosens nei minuti iniziali.

BERESZYNSKI 5
Dalla sua parte ha Gosens, che riesce a contenere abbastanza bene ma solo per un tempo. Poi cala e la Samp ne subisce le conseguenze.

YOSHIDA 6.5
Sempre più uno degli elementi fondamentali per la Samp di Ranieri. Infonde sicurezza al reparto, difficilmente lo si coglie impreparato ed è anche decisivo in alcuni frangenti. In crescita costante.

FERRARI 6
Troppo basso nei primi minuti, tanto che Ranieri lo richiama ad essere più alto. Copre bene gli spazi, facendo il suo compito.

AUGELLO 6.5
L’Atalanta sulla fascia destra soffre parecchio e il merito è anche suo. Si vede spesso in avanti con qualche sortita, che però non riesce a trovare mai un compagno realmente capace di far male.

DAMSGAARD 6.5
Pulito, ordinato, servirebbe un po’ più di forza contro il centrocampo bergamasco. Lui prova a metterci qualità e non demerita. Sfiora anche il gol con una punizione ben pennellata ma Sportiello gli nega la gioia (dal 22’st Candreva 5: subito decisivo nel gol di Gosens, dove sbaglia nella chiusura).

EKDAL 5.5
Anche lui molto preciso, la battaglia non lo spaventa ma da uno come lui, con le qualità che ha, ci si aspetta qualcosa di più. Cala alla distanza.

THORSBY 5.5
Fatica spesso contro la mediana avversaria, a volta troppo arretrato rispetto ai compagni e non al meglio nelle chiusure.

JANKTO 6.5
A volte irruento, a volte confusionario, ma col passare dei minuti ci mette l’anima. Tra i più pericolosi dei suoi dalle parti di Sportiello, ma non riesce a trovare il colpo decisivo (dal 22’ st Ramirez 6: prova a far ragionare la squadra nella fase centrale della ripresa, ma incide poco).

VERRE 5.5
Alle spalle della prima punta prova spesso a servire l’assist chiave, ma trova una difesa atalantina ben posizionata. E a volte, quando gli spazi lo concedono, sbaglia la misura del passaggio (dal 16’ st Quagliarella 6: un solo tiro, si impegna ma non punge).

LA GUMINA 5
Sgomita contro i centrali bergamaschi, ma è quasi sempre costretto a giocare spalle alla porta. E così per uno che dovrebbe chiudere l’azione doriana è davvero dura. Solo una opportunità a inizio ripresa, sprecata malamente (Dal 16’ st Keita 5.5: non riesce a dare pericolosità alla sua azione).

RANIERI 5.5
Samp generosa ma troppo imprecisa in avanti e incapace di far male proprio quando gli avversari sembrano più in difficoltà.
 

LE PAGELLE DELL’ATALANTA

SPORTIELLO 6.5
Molto attento, decisivo almeno in un paio di occasioni su Jankto e Damsgaard. Quando viene chiamato in causa è sempre presente. Una certezza.

TOLOI 6.5
Cresce col passare dei minuti dopo un inizio non perfetto. Controlla la situazione con intelligenza e forza. Sfiora anche il gol nella ripresa.

ROMERO 7atica nelle prime fasi, come tutta la squadra, poi sale in cattedra sfoggiando la solita straripante forza fisica. Decisamente sempre sul pezzo.

PALOMINO 6
Due palle perse molto velenose nei primi 20’ rischiano di mettere ko i suoi, poi comincia a prendere bene le misure agli avversari anche se sembra essere l’anello più debole della difesa atalantina. Poi però non ha più problemi, perché l’attacco doriano è ben poca cosa.

MAEHLE 6.5
Stretto da Augello e da Damsgaard, fatica parecchio a intrufolarsi con continuità nella difesa blucerchiata. Cresce nella ripresa e fa male agli avversari con i suoi inserimenti. 

DE ROON 6.5
Ci mette come tutta la squadra a carburare, poi è un motorino perpetuo sia dava, dove spesso è essenziale nelle chiusure.

FREULER 6
Meno attivo rispetto al solito, forse condizionato dal giallo rimediato nelle prime battute. Sa però gestire la situazione senza grossi affanni.

GOSENS 7
Per una frazione non riesce a trovare la spinta di sempre, ma nella ripresa torna decisivo come sempre. Il gol è la ciliegina sulla torta di una partita ancora sugli scudi.

PASALIC 5.5
Fatica a trovare spazi, soffre la pressione dei centrocampisti doriani e, quando ha l’opportunità, spesso è troppo lento o egoista (Dal 14’ st Pessina 6: entra con la voglia giusta e va vicino anche al tris bergamasco).

MALINOVSKIY 7
Si vede poco, ma quando lo fa nel primo tempo fa male. Cresce nel secondo tempo, con continui inserimenti che fanno male alla Samp. Decisivo (Dal 38’ st Miranchuk sv).

MURIEL 6
Praticamente nono pervenuto in attacco, viene spesso però a cercare palla a metà campo e prova a creare spazi per gli inserimenti dei centrocampisti. E proprio così è decisivo per la rete di Malinovskyi (dal 14’ st Ilicic 6: non ancora al meglio ma sempre una preoccupazione per gli avversari).

GASPERINI 6
Le fatiche di coppa si fanno sentire, ma ci vuole poco per l'Atalanta a passare contro una seppur generosa Sampdoria. Una vittoria fondamentale per il moralee la classifica.


Ultimo aggiornamento: Domenica 28 Febbraio 2021, 15:16

© RIPRODUZIONE RISERVATA