Altri tre punti immeritati
di Romolo Buffoni

Altri tre punti immeritati

- E' servito un gol di huevos per dirla alla Simeone che va di moda in questo periodo e poteva farlo solo uno dei rari giocatori della Roma in possesso di attributi.

- Dzeko ha firmato pareggio, assist del 2-1 e gol della vittoria. Tre punti tutti suoi (anzi no, ci metto pure El Shaarawy) in una prestazione agghiacciante della squadra.

- Gara cominciata all'insegna dell'autolesionismo che ha caratterizzato del resto anche la vigilia. Il passaggio ad alto grado alcolemico di Nzonzi e il tentativo goffo di parata di Olsen hanno rappresentato in campo ciò che le "soffiate" su Sarri avevano fatto in settimana.

- A Frosinone la Roma non ha giocato, confusa di testa e impreparata ad affrontare un avversario che, come il Bologna lunedì scorso, si gioca la vita e quindi raddoppia, triplica, morde.

- Di Francesco mentre scrivo sta, come sempre direi, attribuendo i guai agli errori individuali. Ma è chiaro che gli errori sono frutto di confusione tattica (che gli sta rinfacciando Tassotti). Nzonzi non può essere così scarso e sul 2-2 tre difensori vanno sul pallone lasciando libero Pinamonti. Per lo più in un'azione subita con un lancione lungo facilmente leggibile come ce ne sono stati tanti anche col Bologna.

- Tornare al 4-2-3-1 non è stata una grande idea. Senza la scossa di Dzeko la Roma non avrebbe reagito. Finita la sfuriata di Edin, infatti, la squadra si è di nuovo adagiata presupponendo di poterla chiudere e gestire a suo piacimento. Col vento a favore la Roma non ha fatto un tiro in porta.

- Non c'è stata la beffa, ma il danno sì. Manolas, unico diffidato schierato nonostante dei tre fosse il meno indispensabile probabilmente considerata la forza offensiva del Frosinone, non ha beccato un giallo ma una botta terrificante sulla caviglia. Il greco spesso urla e si dispera per un niente, ma stavolta il rischio di averlo perso per due gare fondamentali come derby e Porto è molto elevato.

- Mi viene da chiedere: cos'ha Juan Jesus se nemmeno a Frosinone ha meritato di essere schierato? Non solo in panchina, ma nemmeno ritenuto in grado di sostituire Manolas. Di Francesco gli ha preferito un Fazio che ha ancora una volta dimostrato di vivere un periodo no di un'annata storta.

- In definitiva, dopo quelli con il Bologna sono arrivati altri 3 punti immeritati.

- Piccolo post scriptum sull'arbitro: non mi piace il metro che usa Manganiello: lo trovo incoerente, molto umorale. Indispone visibilmente i giocatori in campo.
Sabato 23 Febbraio 2019, 23:09



© RIPRODUZIONE RISERVATA