La Roma fatica con il Vitesse, ma vola ai quarti di Conference League: Abraham mette la firma sull'1-1

Alle 21 i giallorossi in campo allo Stadio Olimpico per giocarsi l'accesso ai quarti di finale

La Roma fatica con il Vitesse, ma vola ai quarti di finale: Abraham mette la firma sul pari dell'Olimpico

La Roma pareggia 1-1 e fatica all’Olimpico, rischiando la disfatta storica contro il Vitesse: gli olandesi si portano in vantaggio al 62’ con Wittek, i giallorossi pareggiano solo al 91’ con Abraham e si assicurano il passaggio del turno ai quarti di Conference League grazie all’1-0 dell’andata. José Mourinho lascia a riposo Karsdorp, Zalewski e Cristante, al loro posto Maitland-Niles, Vina e Veretout. Zaniolo confermato accanto ad Abraham, con Pellegrini sulla trequarti. In difesa Ibanez, Smalling e Kumbulla (squalificati Mancini e Oliveira).

Il Vitesse parte subito forte con una punizione di Bazoer diretta sotto la traversa che Rui Patricio devia provvidenzialmente. I giallorossi provano a rispondere con uno schema su punizione: cross di Veretout, sponda di Smalling, ma la difesa olandese si rifugia in angolo. La squadra di Mourinho ha difficoltà nella costruzione di gioco: Zaniolo è imballato e Pellegrini è impreciso e fatica a trovare il passaggio vincente. È una Roma che amministra il vantaggio di 1-0 dell’andata, noiosa senza guizzi e sussulti. Nessun tiro in porta nello specchio per i giallorossi, otto totali verso la porta tra cui quelli di Veretout e Vina terminati fuori.

Nessun cambio a inizio ripresa, il Vitesse parte subito bene e si fa vedere nell’area avversaria con alcuni cross insidiosi. La Roma molla la presa e perde campo, gli olandesi ne approfittano, ma la difesa giallorossa si fa trovare sempre pronta fino al gol del vantaggio olandese: passaggio a mezza altezza di Dasa sulla linea del limite dell’area e Wittek al volo lascia partire un tiro che batte Rui Patricio. L’ambiente all’Olimpico si fa bollente, alcuni tifosi del Vitesse forzano il cordone di steward per dirigersi verso i tifosi romanisti in Curva Nord. Solo dopo una decina di minuti la situazione torna alla normalità. Intanto Mourinho sostituisce Vina, Maitland-Niles e Veretout con El Shaarawy, Karsdorp e Cristante. I giallorossi sono disorientati, provano a riversarsi in attacco, ma lo fanno con pressappochismo e imprecisione: prima con una rovesciata di Pellegrini che termina alta e poi con alcuni calci d’angolo. Intanto, Mourinho ha inserito Afena-Gyan tirando fuori Zaniolo che al momento del cambio ha incassato i fischi del pubblico. Al primo minuto di recupero la svolta: cross di El Shaarawy, Karsdorp la rimette al centro e Abraham insacca di testa. La Roma passa ai quarti di finale di Conference League.


Ultimo aggiornamento: Venerdì 18 Marzo 2022, 00:07

© RIPRODUZIONE RISERVATA