Roma, Smalling: "Tempi folli, ma ne usciremo migliori"
di Francesco Balzani

Roma, Smalling: "Tempi folli, ma ne usciremo migliori"

"Sono tempi folli”. Chris Smalling non è mai stato un personaggio banale. Il gigante inglese della Roma, vegano ed ambientalista,  ha parlato del suo momento attraverso i canali social della Roma, rispondendo su whatsapp come ormai avviene di consueto: “Come sto? Non troppo male alla fine. Sono tempi folli, siamo alle prese con qualcosa di sconociuto, ma stiamo bene. Cerchiamo di prendere il megio da questa situazione, mia moglie e mio figlio sono qui con me, insieme anche a mia suocera e mio cugino. Almeno siamo in compagnia, anche se ho scoperto che stare dietro a Leo è un lavoro a tempo pieno“, ha raccontato il difensore inglese.

Uno dei lati positivi è senza dubbio poter dedicarsi proprio al figlio: “È bello, farlo dormire, giocare con lui e tutto il resto. E’ una grande cosa vederlo crescere, sorridere e cambiare ogni giorno. E’ qualcosa di cui senti un po’ la mancanza durante la stagione, con tutte le trasferte. Ci è servito un po’ di tempo per abituarci, ma siamo insieme, lo abbiamo accettato e ora ci siamo abituati un po’ di più. Tutti noi sappiamo quanto la situazione sia seria e quanto sia importante stare a casa. So anche che noi alla fine siamo i più fortunati e non lo diamo per scontato, ci concentriamo per superare la cosa come tutti”.

Sulla lontananza da casa: “E’ dura, sì, però restiamo tutti in contatto, per fortuna c’è la tecnologia. In Inghilterra la situazione è precipitata dopo rispetto all’Italia, i miei amici mi chiedevano informazioni sul lockdown ma credo che non si aspettassero di viverlo anche loro. Come abbiamo visto, però, è un qualcosa che riguarda tutto il mondo e ora invece mi chiedono come affrontarla”.
Ultimo aggiornamento: Mercoledì 8 Aprile 2020, 20:23

© RIPRODUZIONE RISERVATA