Pagelle. Il cuore di Ranieri si è già visto
di Francesco Balzani

Pagelle. Il cuore di Ranieri si è già visto


Olsen 6: Resta di sasso sul piazzato di Jesus e in area piccola non comanda come dovrebbe. Poi si gode, si fa per dire, la pioggia gelata fino al gol annullato di Krunic. 
Florenzi 5: Si regala un’espulsione esagerata nel giorno del suo compleanno. Dopo le lacrime di Porto arrivano le imprecazioni dell’Olimpico. Ha il merito di aver fornito l’assist a Schick. 
Jesus 4,5: Realizza un gol da bomber, peccato lo faccia nella sua porta. Poi offre spesso il fianco, per fortuna il Var lo salva nel finale. 
Marcano 6,5: Ha pochi ingredienti per fare un piatto gourmet, ma li ottimizza al massimo lasciando Farias e Caputo ben lontani dalla tavola.
Santon 6: Non chiedetegli se è felice, ma almeno sembra sereno. Compitino svolto senza errori da matita rossa.
Nzonzi 6: Lo sveglia la pioggia da un torpore mistico. Nella ripresa amministra bene le beghe di condominio a centrocampo. 
Cristante 6,5: Nel primo tempo ricama e spinge come ai tempi bergamaschi. Nella ripresa allenta un po’ la presa.
El Shaarawy 7,5: Un gol da gran Faraone per omaggiare Ranieri. Poi il tacco per Zaniolo e tanto lavoro in doppia fase che farebbe felice qualsiasi allenatore.
Zaniolo 6: Non sta bene e si vede. Lo si capisce meglio quando è costretto a uscire per un problema al polpaccio. Due in pagella a chi gli ha dato il via libera per giocare. (10’st Perotti 6: nulla di trascendentale)
Kluivert 6,5: Sprizza voglia e pure un po’ di rabbia. Gli serve solo maggiore lucidità sotto porta. (36’st Karsdorp 5,5: il suo ingresso rivitalizza Caputo)
Schick 6,5: Realizza un gol di prepotenza che vale oro, per il resto è il solito Schick. Un po’ vanitoso, un po’ distratto. (40’st Celar ng: debutto in A e un po’ di comprensibile paura)
Ranieri 6,5: Voleva una Roma de’ core, e si è vista. Per il bel gioco serve un lavoro durissimo. E in difesa si balla ancora. Però buona la prima sor Claudio. 



© RIPRODUZIONE RISERVATA