Roma-Juventus 3-4, le pagelle: Ibanez sbaglia tutto, psicodramma Mou. Dybala magico, Szczesny eroico
di Francesco Balzani e Fabrizio Ponciroli

Roma-Juventus 3-4, le pagelle: Ibanez sbaglia tutto, psicodramma Mou. Dybala magico, Szczesny eroico

La sfida all'Olimpico tra Roma e Juventus finisce con un rocambolesco 4-3. Rimonta bianconera da 1-3. Szczesny para un rigore a Pellegrini.

 

PAGELLE ROMA di Francesco Balzani

 

RUI PATRICIO 5,5

Primo tempo da ninna-nanna, secondo da incubo. Fra poco per togliere quella musica horror che pervade tutta la difesa romanista

MAITLAND-NILES.

5,5 Non sa nemmeno come si dice buonasera in italiano ancora. Tratta bene il pallone ma nella ripresa pure lui si schiaccia troppo

IBANEZ. 4,5

Rivive i traumi del recente passato. Sbaglia tanto, picchia spesso senza senso

SMALLING 5

Un’ora da Kraken che cattura tutto. Poi affonda negli abissi di una follia collettiva sbagliando di tutto e di più

VINA. 5,5

Resta basso, e morde qualsiasi cosa gli capiti a tiro. Lo fa bene per oltre un’ora, poi arretra troppo

VERETOUT. 5,5

Fa fiorire il gol di Abraham e regge con Cristante un centrocampo che si sfalda improvvisamente dopo il doppio vantaggio. Senza perché (78’ Perez sv tentativi vani)

CRISTANTE 6

Cattura di tutto e di più facendo fare una figura piccola a Locatelli. Poi entra pure lui nel tunnel oscuro

PELLEGRINI 6

Paradiso e Inferno in meno di mezz’ora. Si inventa una punizione alla Totti sotto gli occhi di Totti. Poi ha l’occasione di pareggiare sul dischetto ma si emoziona

MKHITARYAN 6,5

Prova come al solito ad alzare il livello della conversazione tralasciando battute scurrili e concentrandosi sul corretto scorrimento del pallone tra i due reparti. Trova pure il gol. Inutile

FELIX 6,5

Corre come Sonic e mette in difficoltà uno come Cuadrado prendendo pure la punizione del 3-1. Esce senza un perché. (71’ Shomurodov 5,5: non mette la stessa corsa, non usa bene il fisico)

ABRAHAM 7

Ancora gol alle big, si guadagna un rigore e assiste bene ii compagni. Cosa altro gli si può chiedere?

MOURINHO 5

Psicodramma. Ci sono tre partite in una in un vortice di umoralità che spaventa. Questa è una mega mazzata

 

 

LE PAGELLE DELLA JUVENTUS di Fabrizio Ponciroli

SZCZESNY 6,5
Un paio di interventi di media difficoltà per tenersi caldo tra i pali. Si fa sorprendere sulla rete di Abraham, incolpevole sugli altri due palloni raccolti dalla rete. Poi il rigore parato a Pellegrini che vale la vittoria.

CUADRADO 6
Meno esplosivo del solito. Fatica a trovare il suo ritmo. A fine primo tempo prende un giallo pesante che gli farà saltare la Supercoppa. Inconsistente. Meglio nella ripresa.

DE LIGT 5,5
Gara di sofferenza per il centrale bianconero che si fa anche espellere (doppio giallo). Non ci sarà in Supercoppa.

RUGANI 5,5
Sull'azione del gol di Abraham è in colpevole ritardo. Partita in affanno, soprattutto sulle palle da ferme dei giallorossi.

DE SCIGLIO 6,5
Si limita al suo compitino in difesa. Sfortunato sul tiro di Mkhitaryan. Si fa perdonare con la rete del 4-3 che fa esplodere il popolo bianconero.

MCKENNIE 6
Sempre pressato, prova a tenere alto il ritmo delle giocate. Va ad intermittenza. Mancano i suoi inserimenti offensivi. Tanto orgoglio nei minuti di sofferenza finali.

LOCATELLI 6,5
Combatte dal primo minuto di gioco su ogni pallone. Meno lucido del solito, anche per colpa del pressing asfissiante della Roma. Bravo a non mollare mai. Gol di grande fattura.

BENTANCUR 5
Bene nella fase di rottura del gioco giallorossa. Deve crescere quando ha la palla tra i piedi. Troppo frettoloso (18' st Arthur 6,5: con lui in mezzo al campo c'è più qualità).

DYBALA 6,5
Il gol è poesia in movimento. Controllo da fuoriclasse e tiro a giro di rara bellezza. Una magia degna del miglior Dybala. Di un livello diverso dagli altri (37' st Chiellini 6,5: dà una grande mano nel finale).

KEAN 4
Confuso e spaesato. Non riesce mai ad accendersi e, spesso, perde anche la bussola. Mai pericoloso, decisamente non pervenuto (18' st Morata 7: l'assist per la rete di Locatelli è di grande fattura, Utilissimo, sa come tenere la palla anche sotto pressione).

CHIESA 5,5
Parte convinto ma la partita dura solo una mezz'ora. L'ennesimo infortunio. Un vero peccato (31' pt Kulusevski 5,5: tanto fumo e poco arrosto).

LANDUCCI 6,5
La sua prima da capo allenatore in bianconero non la scorderà mai. Sotto 1-3, la rimonta con i cambi in accordo con Allegri.


Ultimo aggiornamento: Martedì 25 Gennaio 2022, 15:04

© RIPRODUZIONE RISERVATA