Mourinho in lacrime: «Abbiamo scritto la storia. Il mio futuro? Voglio rimanere a Roma»

Mourinho in lacrime: «Abbiamo scritto la storia. Il mio futuro? Voglio rimanere a Roma»

 «Tante cose che passano nella mia testa allo stesso tempo. Sono da 11 mesi a Roma e si capisce subito e dopo 11 mesi c'è questo. Come ho detto ai ragazzi a Torino lì abbiamo fatto quello che dovevamo fare. Oggi non è il lavoro da fare è la storia. Abbiamo scritto la storia». Lo ha detto in lacrime il tecnico della Roma, Josè Mourinho, a Sky dopo il successo in Conference League. «È una competizione che dall'inizio abbiamo avuto la sensazione che era possibile vincere, ma piano piano diventava più forte di una Europa League. È stato difficile per una competizione sulla quale puntavamo», ha aggiunto Mou togliendo dubbi sul suo futuro.

 

La Roma vince la Conference League: un gol di Zaniolo stende il Feyenoord

 

«Io rimango non c'è dubbio, io voglio rimanere a Roma». «I nostri proprietari sono gente onestissima, fantastica, a questa storia possiamo dare seguito, darlo ad un progetto molto bello di gente sana, onesta e seria, dobbiamo definire la dimensione per la prossima stagione. Io al di là di un trofeo europeo con il Manchester, farlo con il Porto, con l'Inter e farlo con la Roma è molto speciale. Una cosa è quando si aspettano che vinci, altra quando le cose restano immortali per sempre, ti fanno sentire speciale, penso a questa gente romanista che fa la sua festa oggi, possono fare festa e divertirsi. Sono veramente felice per i ragazzi e la famiglia romanista», ha aggiunto Mou. «Certo che mi sento romanista, è un modo anche di lavorare, io sono portista, interista, chelsista, pazzo del Real Madrid e ora della Roma. Oggi con rispetto per tutti i club per dove ho lavorato sono romanista al 100% perchè questa gente è incredibile». 

 

 


Ultimo aggiornamento: Giovedì 26 Maggio 2022, 10:13

© RIPRODUZIONE RISERVATA