Joao Felix fa meglio di cr7 e la Juve si arrende 2-1 all'Atletico. Sarri: «Dybala? Terrei tutti ma dobbiamo cederne sei»
di Alberto Mauro

Joao Felix fa meglio di CR7 e la Juve si arrende 2-1 all'Atletico. Sarri: «Dybala? Terrei tutti ma dobbiamo cederne sei»

“L’altro” portoghese, Joao Felix, oscura Cristiano Ronaldo nell’ultima sfida di ICC a Stoccolma tra Atletico Madrid e Juventus, gli spagnoli vincono 2-1 grazie alla doppietta del gioiello pagato 126 milioni di euro dal Benfica. Ma più del risultato, in questi test estivi contano condizioni e sintonia, entrambi i parametri in netta crescita rispetto alla tournée asiatica. Il Tallone d’Achille di questa Juve è sempre la difesa: troppi 9 gol nelle ultime 4 uscite, meccanismi da ritrovare al più presto in vista del debutto in campionato. Se da una parte c’è un Joao Felix incontenibile, dall’altra i difensori bianconeri fanno il possibile per metterlo in condizione di segnare: sul primo gol del portoghese sbaglia De Sciglio, sul secondo de Ligt calcola male tempi e distanze e si fa anticipare dall’attaccante avversario.

Juve, Ronaldo costringe Danilo a cantare davanti ai compagni Video

Le buone indicazioni per Sarri arrivano da una condizione fisica ritrovata così come gli equilibri di una squadra che sta pian piano diventano sua. Chiellini torna titolare e con la fascia di capitano dopo l’infortunio al polpaccio, Douglas Costa è in condizioni straripanti: letteralmente imprendibile tra accelerazioni da fermo, dribbling e cambi di direzione. Il centrocampo ha trovato un assetto decisamente più equilibrato rispetto alla tournée con Pjanic in regia affiancato da Khedira e Rabiot. Molto bene il francese, che sfiora il pareggio con un palo clamoroso nella ripresa, altro palo di Douglas Costa e forcing finale di una Juve che prova in tutti i modi a evitare la sconfitta. Debutta Danilo e si rivede anche Paulo Dybala, ora Villar Perosa poi allo studio un’ultima amichevole il 17 prima del campionato.

«Dybala? Ci posso anche parlare, poi c'è il mercato che va in una certa direzione e quello che dico io conta zero». Maurizio Sarri interviene così sul mercato al termine dell'amichevole persa 2-1 contro l'Atletico Madrid. «Dobbiamo tagliare sei giocatori dalla lista Champions della rosa attuale - sottolinea il tecnico bianconero a Sky - e questo ci mette in difficoltà». «Io li vorrei tenere tutti, ma il nostro problema è che non abbiamo giocatori cresciuti nel club - spiega Sarri - ne abbiamo solo uno. Quindi la nostra rosa in Champions sarà di 22 giocatori, con tre portieri, e questo ci mette in difficoltà perché il mercato ci porterà a fare scelte che non vorremmo fare».
 
Sabato 10 Agosto 2019, 20:21



© RIPRODUZIONE RISERVATA