Benzema è un fenomeno, il Real batte 3-1 il Psg e lo elimina dalla Champions. Papera di Donnarumma

Al Bernabeu una tripletta del francese trascina le merengues alla vittoria. Decisivo (anche) un errore del portiere azzurro

Benzema è un fenomeno, il Real batte 3-1 il Psg e lo elimina dalla Champions. Papera di Donnarumma

La storia batte il Dio denaro. Il Real Madrid ribalta lo 0-1 del Parco dei Principi e sbatte fuori dalla Champions League il Paris Saint-Germain dei petrodollari, di Mbappè, Neymar, Messi, Hakimi e Donnarumma: in una rimonta epica, la squadra di Carlo Ancelotti riesce nell'impresa di eliminare i parigini, che dimostrano una volta in più come i soldi e i nomi non bastino a portare a casa i trofei.

Gianluca Vialli e il cancro: «Ho paura di morire». La confessione choc ad Alessandro Cattelan

Decisiva, in casa Real, la prestazione monstre di Karim Benzema: tripletta per il centravanti transalpino, in risposta al solito supergol con cui Mbappè aveva portato avanti gli ospiti nel primo tempo. E tristemente decisiva, purtroppo per l'Italia, si è rivelata anche la prestazione di Donnarumma: una sua indecisione in un rilancio ha di fatto regalato il gol del pareggio a Benzema, e da lì in poi non c'è stata più partita, con tre gol segnati in pochi minuti.

Real-Psg 3-1, la cronaca della partita

Una tripletta entusiasmante e fulminea firmata Benzema lancia ai quarti di finale il Real Madrid che dopo il primo tempo sembrava spacciato. Finisce 3-1 al Bernabeu per la squadra di Carlo Ancelotti che nel primo tempo va sotto 0-1 grazie a una perla di Mbappé che illude il Psg a cui non basta però la vittoria di misura dell'andata. Dopo i primi 45' dominati, Messi e compagni cedono di schianto nella ripresa.

Come previsto alla vigilia è Valverde a sostituire Casemiro a centrocampo, in regia chiavi della mediana a Kroos. In difesa, sull'out di sinistra spazio a Nacho. Nessuna sorpresa neanche nel Paris, Mbappé recupera e completa il tridente con Messi e Neymar. In difesa, a destra gioca Hakimi, mentre al centro Kimpembe giocherà al fianco di Marquinhos. E proprio Mbappé nei primi 45' è l'uomo decisivo: il talento più atteso non si è fatto pregare, vedendosi anche annullare un gol a metà tempo. Dopo che un super Donnarumma ha negato il vantaggio a Benzema, ci ha pensato il giovane attaccante a portare avanti i transalpini. Pressing alto di Carvajal, un rimpallo favorisce Neymar nella propria metà campo, servizio di prima intenzione sulla sinistra per Mbappé proprio nello spazio lasciato dal terzino del Real, il numero 7 se ne va palla al piede e si presenta dentro l'area, dove sorprende Courtois con un destro secco sul primo palo.

Nella ripresa Messi e compagni sfiorano più volte il raddoppio ma quando il Real sembra sul punto di capitolare definitivamente arriva il pareggio di Benzema propiziato da un clamoroso errore di Donnarumma che sul pressing proprio del bomber merengue non riesce a liberare l'area, calciando malamente il pallone e lasciando a Vincius la possibilità di raccogliere la sfera dal lato corto dell'area piccola, servizio perfetto per Benzema che col piatto insacca e riapre la sfida. E non è finita: un quarto d'ora dopo si scatena di nuovo il bomber francese. Grandissima iniziativa di Modric che porta la sfera dalla propria area fino alla trequarti con un lancio illuminante per Vinicius, il brasiliano controlla e la sfera torna al croato al limite dell'area, grande l'assist che passa sotto le gambe di Kimpembe e trova Benzema, destro in diagonale leggermente deviato che batte Donnarumma: 2-1 Real. Due minuti dopo il Real ancora con Benzema trova il gol qualificazione: Rodrygo recupera la sfera sulla battuta del calcio di avvio del Paris, sfera per Vinicius che arriva in area ma viene fermato da Marquinhos, la sfera resta disponibile al limite dell'area dove Benzema con una zampata di esterno batte Donnarumma. Clamorosa rimonta del Real Madrid che sembrava ormai spacciato a inizio ripresa.


Ultimo aggiornamento: Giovedì 10 Marzo 2022, 09:55

© RIPRODUZIONE RISERVATA