Il Real vola ai quarti, battendo ancora il Psg: 2-1. Avanti anche il Liverpool: 0-0 con il Porto

Il Real vola ai quarti, battendo ancora il Psg: 2-1. Avanti anche il Liverpool: 0-0 con il Porto

Il Real si ripete anche a Parigi e batte il Psg, dopo il 3 a 1 del Bernabeu, anche al ritorno: 2 a 1 e verdetto nettissimo. Così, per l’ottava stagione di fila, va ai quarti di Champions. Zidane, al 3° posto nella Liga con 15 punti di distacco dal Barcellona leader, si tiene stretta la coppa che ha alzato negli ultimi 2 anni. E, rivoluzionando il centrocampo, certifica il fallimento di Emery che, fischiato dal pubblico del Parco dei Principi, in Europa non si è più ripreso dopo l’umiliazione subita al Camp Nou l’8 marzo del 2017. Gli emiri lo manderanno via, anche se lo spagnolo è ormai sicuro di vincere almeno la Ligue 1, avendo 14 punti di vantaggio sul Monaco.

SENZA STORIA
Il ribaltone, insomma, non è riuscito al Psg. Che ha l’alibi dell’assenza di Neymar. Ma che non giustifica la prestazione fiacca e al tempo stesso isterica nella notte cruciale. Davanti deludono Di Maria, Cavani e Mbappè, ma soprattutto è fragile il centrocampo con Rabiot, Motta e Verratti. In quel settore il Real vince la sfida, piazzando sui lati Vazquez e Asensio e in mezzo Kovacic accanto a Casemiro. Zidane, dovendo sostituire i big Modric e Kroos (in panchina perché appena recuperati), sceglie il 4-4-2 che risulta equilibrato e anche spigliato. Dominio già nel primo tempo, con Areola decisivo su Ramos e Benzema. Navas fa un solo intervento, prima dell’intervallo, su Mbappè.

ANCORA LUI
Ronaldo, di testa, chiude la pratica ad inizio ripresa, dopo aver già preparato la qualificazione con la doppietta dell'andata. Fondamentale Asensio che ruba palla a Dani Alves a centrocampo. E, poi lo umilia, con il tunnel per Vazquez che pennella il cross per il portoghese, già 12 reti in questa edizione (è il capocannoniere) e a segno negli 8 match fin qui disputati. Il Real può festeggiare il 116° compleanno e Ronaldo il 118° gol in Champions (102 con la maglia dei blancos). Verratti si fa cacciare ingenuamente: doppia ammonizione. Cavani pareggia solo grazie a un rimpallo. Zidane, al 1° match da allenatore in Francia, rischia di esagerare, sfruttando anche i giocatori che entrano in corsa: pali di Isco e bale. Al successo, comunque, pensa, Casemiro.

PARI AD ANFIELD ROAD
Scontata la qualificazione del Liverpool che, nella partita di ritorno degli ottavi, ha pareggiato 0 a 0 in casa contro il Porto. La promozione ai quarti, del resto, era stata già messa al sicuro all'andata, con il largo successo in Portogallo: 5 a 0. 

LA CRONACA

LE FORMAZIONI:
PSG:
 Areola; Dani Alves, Marquinhos, Thiago Silva, Berchiche; Lo Celso, Thiago Motta, Verratti; Di María, Mbappé, Cavani.
REAL MADRID: Navas; Carvajal, Varane, Ramos, Marcelo; Kovacic, Casemiro, Asensio, Lucas Vazquez; Benzema, Ronaldo. 


Ultimo aggiornamento: Martedì 6 Marzo 2018, 23:31

© RIPRODUZIONE RISERVATA