Porto-Roma, le pagelle

Porto-Roma, le pagelle

di Romolo Buffoni

 OLSEN  6
 Quattro parate degne di nota. Due importanti: al 50’ su Marega e al 77’ su Brahimi. 
 MANOLAS  5
Errore fatale sull’1-0. Poco lucido, spesso in ritardo. Non sta bene e si vede. 
 JESUS  5
Non combina particolari pasticci, ma non dà mai sicurezza. Timido e falloso.
 MARCANO  5
Perde la marcatura di Marega che segna il 2-1, ma davanti al suo ex pubblico non fa una bella figura. Esce per crampi (31’ st Cristante 5,5: qualche buona idea che gli resta tra i piedi).
 KARSDORP  4,5
L’errore in uscita al 12’ è il là a una prestazione disastrosa. Corona lo martella. Il Porto sfonda dalla sua parte per l’1-0 e l’olandese con un disimpegno errato dà il via libera per il 2-1 (10’ st Florenzi 4,5: non ha disputato una brutta gara, ma la trattenuta su Fernando che al Var Cakir tramuta in rigore costa i quarti. Piange lacrime amare al fischio finale).
 DE ROSSI  6
Si assume la responsabilità di trasformare il rigore dell’1-1, poi gli cede il polpaccio e crolla (45’ pt Pellegrini 6: ci mette corsa e grinta, ma si deve arrendere all’ennesimo guaio muscolare; 6’ pts Schick 5,5: qualche buona sponda ma mai al tiro. Meriterebbe un rigore).
 NZONZI  5
Nemmeno col 3-4-3 trova le misure e il passo giusti. Al solito macchinoso e appannato.
 KOLAROV  6
La sua fascia è quella che tiene meno peggio, ma non riesce a incidere in avanti.
 ZANIOLO  5,5
Inizia malissimo. Dalla parte sua e di Karsdorp nel primo tempo succede di tutto e lui si becca l’ennesimo giallo. Ùn po’ meglio nella ripresa.
 DZEKO  5
Fa a botte con Pepe per tutto il tempo e si becca l’ammonizione con una sceneggiata non da lui. Ha due palle buone al 110’ (alto) e al 112’ pallonetto corto.
 PEROTTI  6,5
L’unico in grado di impensierire la difesa del Porto. Si guadagna il rigore che tiene in partita la Roma. Nella ripresa però ciabatta in curva il pallone della qualificazione.
 DI FRANCESCO  5
Ennesimo modulo diverso per l’ennesima formazione diversa. esce per i soliti, clamorosi, errori individuali fra i soliti infortuni muscolari. Prestazione non all’altezza. Il suo tragitto è al capolinea.


Ultimo aggiornamento: Giovedì 7 Marzo 2019, 07:30

© RIPRODUZIONE RISERVATA