Doppietta di Pellegrini e Roma ai quarti: 2-0 a Parma

dal nostro inviato
PARMA

La Roma finalmente parte nel 2020 e, eliminando il Parma (0-2) al Tardini, avanza anche in Coppa Italia dopo aver ottenuto a dicembre la qualificazione ai sedicesimi di Europa League: i giallorossi, mercoledì prossimo allo Stadium nel turno secco dei quarti, affronteranno la Juve. Oltre all'obiettivo della semifinale, c'è da riscattare la sconfitta di domenica scorsa all'Olimpico in campionato.
 


TIMBRO PORTOGHESE
Il 1° successo nel nuovo anno ha la firma di Fonseca che, anche per riabilitarsi dopo 2 ko in casa consecutivi contro il Torino e i campioni d'Italia, ha cambiato il sistema di gioco, virando sull'inedito 3-3-3-1, con Cristante difensore centrale in mezzo a Smalling e Mancini. Subito davanti ai 3, il regista Diawara con Florenzi e Kolarov larghi. In attacco Kalinic al posto dello squalificato Dzeko e dietro di lui 3 trequartista: da destra Under, Pellegrini e Perotti. E' la squadra migliore che può schierare, ma il pensiero va comunque al campionato e alla sfida di domenica contro il Genoa: prova generale, quindi, per Marassi, dove mancheranno i terzini Florenzi e Kolarov

AVANTI TUTTA
Il coraggio e l'inventiva di Fonseca sono decivise: la Roma, vincendo al Tardini, resta in corsa su 3 fronti, avendo ancora la possibilità di entrare in zona Champions. E in Emilia, nonostante le 8 assenze, si prende l'iniziativa e non la lascia mai al parma che usa solo il contropiede per replicare. Kalinic, a digiuno da un anno, lavora per la squadra: è lui che scambia con Pellegrini che, all'inizio della ripresa, fa centro di precisione per il vantaggio. Subito dopo festeggerà la prima doppietta in giallorosso su rigore, concesso da Pairetto per la respinta di Barillà con il braccio su cross di Florenzi. Pau Lopez, sull'0-1, respinge su Inglese e rende meno complicata la serata ai compagni. Si rivede dopo un mese e mezzo Kluivert e nuovo debutto per Bruno Peres. Mai come adesso ogni ricambio è da sfruttare.    

LEGGI LA CRONACA
 
Giovedì 16 Gennaio 2020, 17:10



© RIPRODUZIONE RISERVATA