Rebic assist man, Calhanoglu con la testa... altrove e non in Europa League. Bennacer illuminante
di Luca Uccello

Rebic assist man, Calhanoglu con la testa... altrove e non in Europa League. Bennacer illuminante

DONNARUMMA 6

Para e incassa. Ma non per colpa sua

DALOT 6

Concentrato maggiormente nella fase difensiva.

KJAER 6,5

Quasi perfetto. Ancora una volta. Il gol? Cerca di metterci un piede. Non ci riesce

GABBIA 6

Questa volta non fa rimpiangere il capitano. Forse sul gol poteva fare un po’ meglio ma è l’unica disattenzione che fa.

THEO HERNANDEZ 6,5

Spinge sempre tanto guardandosi anche le spalle. La gara dell’andata se la ricorda ancora.

HAUGE 5

Sbaglia la cosa più semplice, poi cerca di rimediare. Le qualità non mancano, l’esperienza sì (31’ st Krunic ng).

TONALI 6

In crescita ma ha ancora troppe ombre, poche luci. Certamente giocare a intermittenza non lo aiuta. Ma deve dimostrare maggior coraggio, anche nelle giocate.

BENNACER 6,5

E’ il migliore. E’ il leader, è il giocatore che regala equilibrio.

CASTILLEJO 6

Tutto facile, fa tutto Rebic. Ma lui c’è e non solo in area di rigore

CALHANOGLU 5: Niente di eccezionale. Diciamo la verità. Non gioca con la testa libera. Si vede chiaramente. Dentro o fuori dal Milan? (16’ st Brahim Diaz 6: accende subito la partita, ci prova fino alla fine. Peccato vederlo sempre seduto in panchina…)

REBIC 6,5

Senza Ibra tocca a lui fare la differenza. L’assist per il momento basta… (16’ st Colombo 5: il tempo per fare qualcosa di buono non gli mancherebbe)

BONERA 6,5

Nel calcio contano i numeri. E i suoi non sono male. Due partite, zero sconfitte. Il Milan resta secondo in Europa League. Ma la qualificazione non è ancora sicura.

 


Ultimo aggiornamento: Giovedì 26 Novembre 2020, 22:16

© RIPRODUZIONE RISERVATA