Pagelle Italia-Svizzera, Locatelli show, Spinazzola vola. Xhaka va piano

Video
di Alessandro Angeloni

LE PAGELLE DI ITALIA-SVIZZERA

 

DONNARUMMA 6,5
Non perde il controllo, nemmeno su qualche palla velenosetta che gli ballonzola davanti. C’è, ed è sempre lucido, con i piedi e anche di testa... Sul due a zero, para pure: due volte su Zuber.

DI LORENZO 6
Spinge poco, difende meglio. Si permette anche un rischioso preziosismo in area, ben accolto dal pubblico. Un titolare all’improvviso.

BONUCCI 6,5
Si sdoppia quando esce Chiellini. Là in mezzo non lascia spiragli. 

CHIELLINI 6
Esaltante il duello con Seferovic, illusorio il gol (annullato). Reale l’infortunio (risentimento al flessore). Il capitano abbandona sul più bello. 

SPINAZZOLA 7
Prende e parte, in area avversaria sgomma, fa diventare pazzo il suo malcapitato rivale, sia quello che lo aspetta basso sia il centrale di difesa. Mette dentro palle interessanti e sfiora anche una rete da urlo, con tocchetto di destro su uscita di Sommer. Conferma.

BARELLA 7
Cerca di togliere aria a Xhaka, mai dimenticando la ripartenza con qualità. Corridore sì, ma con i piedini delicati. E con una tigna tutta sarda. Serve il pallone a Locatelli, che si lancia nella doppietta. Difettuccio: precipitoso, a volte. 

JORGINHO 7
Come Xhaka, con una capigliatura meno eccentrica. Intelligente, efficace, non sbaglia mai. Sbuca dove e quando si avverte il bisogno di aiuto. Lui è uno scoglio. 

LOCATELLI 8
C’era una volta un calciatore, che doveva fare l’alternativa a Verratti. Ora ce n’è uno che potrebbe perdere il posto solo se impazzisse Mancini. Splendido: due gol magici in una notte magica. E ti credo che la Juve sta cercando di prenderlo a tutti i costi. 

BERARDI 7
Ormai c’è il marchio di fabbrica: dribbling in area, destro sotto porta in attesa di trovare qualche passante pronto a infilarla dentro. Venerdì c’era Demiral, stavolta il destro amico di Locatelli. Ma sempre assist è. Un’altra serata da protagonista.

IMMOBILE 7
Il gol nel finale lo ripaga delle corse, delle sponde. Dalla fatica alla gloria. 

INSIGNE 6,5
Un paio di belle invenzioni nel primo tempo. Via via si risparmia.

ACERBI 6,5
Se la cava alla grande. Tosto. 

CHIESA 6
Prova a lasciare il segno.

TOLOI 6,5
Si gode il finale nel posto che doveva/poteva essere suo dall’inizio della partita. Serve la palla-gol a Ciro. 

PESSINA E CRISTANTE NG

MANCINI 7,5
L’Italia continua a fare risultati e diverte. E lui non sbaglia un colpo.

 

SOMMER 5,5
Non impeccabile
ELVEDI 4
Insigne, che fastidio...
SCHAR 5
Concede poco a Immobile.
AKANJI 4,5
Berardi lo devasta.
MBABU 5
Non gli parlate di Spinazzola, per cortesia.
FREULER 5
Fa legna. Locatelli gliela brucia.
XHAKA 6
Buon piede e visione di gioco. Intelligente. Lentino, però. 
RODRIGUEZ 5
Galoppa e sbatte contro Di Lorenzo.
SHAQIRI 5
Trottolino amoroso.
SEFEROVIC 5
Gigantone innocuo.
EMBOLO 5
Elastico d’attacco, ma si spezza subito.
GAVRANOVIC 5
Si fa subito ammonire.
ZUBER 6
L’unico che tira.
WIDMER 5,5
Si disperde quasi subito
PETKOVIC 5
Poco coraggio. 

KARASEV 6
Direzione molto buona, in una partita che non ha presentato grosse difficoltà. È anche merito suo, perché è attento e vicino all’azione e non si fa mai sorprendere. Il Var lo aiuta in occasione del gol annullato a Chiellini, gli assistenti di linea lo supportano benissimo sulle situazioni di fuorigioco

 


Ultimo aggiornamento: Giovedì 17 Giugno 2021, 00:01

© RIPRODUZIONE RISERVATA