Le pagelle di Italia-Irlanda del Nord: Berardi show, Immobile concreto
di Fabrizio Ponciroli

Le pagelle di Italia-Irlanda del Nord: Berardi show, Immobile concreto

Il cammino dell’Italia del CT Mancini verso i Mondiali del 2022 in Qatar inizia nel migliore dei modi. Battuta la non irresistibile Irlanda del Nord con un secco 2-0. Bel gioco e ottime risposte soprattutto dagli attaccanti Immobile e Berardi.

 

LE PAGELLE DELL’ITALIA
DONNARUMMA 6,5

Fa il suo dovere senza una sola sbavatura. Quando c’è da sporcarsi i guanti, si fa trovare pronto. Nel finale, troppe confidenza. Comunque sul pezzo.

FLORENZI 7
L’aria di Parigi gli sta facendo davvero bene. Sicuro nelle giocate e attendo in fase difensiva. Bellissimo l’assist per la rete di Berardi che sblocca il risultato. Elegante.

BONUCCI 6,5
Gestisce il traffico irlandese con grande maestria. Sa sempre dove posizionarsi e, quando c’è da impostare, ha il piede vellutato. Prezioso.

CHIELLINI 6,5
Si continua a parlare del suo possibile ritiro. In realtà, la sua esperienza è un bene prezioso al quale Mancini vuole attingere ancora a lungo. Immarcescibile.

EMERSON 6,5
Spinge sulla fascia ed è sempre pronto a chiudere le folate irlandesi. Ha gamba e la giusta confidenza. Maturo (28' st Spinazzola 6: energie fresche, si mangia il 3-0).

PELLEGRINI 6,5
E’ il giocatore che da equilibrio all’intera Nazionale. Un orologio svizzero. Sa dove arriverà la palla in anticipo rispetto a tutti gli altri. Veggente (18' st Barella 6: ci mette tanta intensità, come suo solito).

LOCATELLI 6
Sbaglia qualche appoggio di troppo ma è in continuo movimento. Forse vuole strafare e non gioca semplice come sa fare (39' st Pessina ng).

VERRATTI 6,5
Ormai una certezza. Timbra l’ennesima giornata in ufficio. Testa alta e cervello fino, il signore del centrocampo azzurro.

BERARDI 7,5
L’inizio è da fantascienza. Sblocca la partita (quarto gol in azzurro) e giocate da autentico talento. Determinato (28' st Chiesa 6: entra e fa il suo mestiere, puntare tutto e tutti).

IMMOBILE 7
Alla seconda palla gol, non perdona. Festeggia la rete con grande enfasi. Si vede che ci tiene particolarmente alla maglia della Nazionale. Attaccante vero.

INSIGNE 6,5
Quando ha il tempo di giocare la palla, non fa mai scelte banali. Fa passare il pallone dove gli altri non riescono. Ispirato (39' st Grifo ng).

MANCINI 7
La sua Italia continua a convincere. Diverte e si diverte. Il CT ha creato un gruppo coeso. Inoltre, il gioco è più che gradevole.

 

 

LE PAGELLE DELL’IRLANDA DEL NORD
PEACOCK-FARREL 5,5

Si fa sorprendere da Berardi e potrebbe fare di più sulla conclusione di Immobile. Perforabile.

SMITH 5
Va in affanno sin dalle prima battute. Ha il fisico ma non tiene le distanze come dovrebbe. In difficoltà.

J.EVANS 5,5
Gli azzurri gli scappano da tutte le parti. Prova a ricorrere al fisico ma non gli va sempre bene. Spaesato.

CATHCART 5,5
Come il resto dei compagni, non è sempre concentrato a dovere. Quando l’Italia alza il ritmo, fatica a capire dove posizionarsi.

DALLAS 5
Si sognerà Berardi a lungo. Buca un paio di chiusure, soprattutto in occasione del gol del talento del Sassuolo. Sfasato.

MCNAIR 6
Prova a costruire qualcosa di buono. Qualche buona idea ma poco altro. Ingabbiato.

MCCANN 5,5
Viene fatto girare spesso a vuoto dai palleggiatori azzurri. Un altro che va in tilt quando la Nazionale riparte a 1000 km/h. In ritardo (33' st Thompson 5,5: non cambia il volto del match).

DAVIS 5,5
Dovrebbe essere l’uomo che aziona le punte, in realtà non trova mai il giusto ritmo. Vaga alla ricerca di sé stesso.

C.EVANS 6
Prova un paio di sgroppate sulla fascia. L’impegno è lodevole, i risultati rivedibili (1’ st Saville 5,5: tanta corsa, non molto altro).

WHYTE 5
Combatte contro il duo Chiellini-Bonucci e ne esce sconfitto su tutta la linea. Gli manca la malizia. Spreca l’occasione di riaprire il match (18' st Lavery 5,5: fa movimento).

MAGENNIS 5
Macchinoso. Cerca, in tutti i modi, di far valere il proprio strapotere fisico ma viene sedato e ridotto a cucciolo inoffensivo (33' st Lafferty 5,5: attaccante nuovo, medesimo risultato).

BARACLOUGH 5
Il suo piano partita dura meno di 15’. Al gol di Berardi, la sua squadra perde ogni certezza. Non ha un piano B e si vede.


Ultimo aggiornamento: Giovedì 25 Marzo 2021, 22:36

© RIPRODUZIONE RISERVATA