Italia-Belgio, le pagelle: eurogol di Barella, Insigne cuore azzurro e Chiellini è un gladiatore

Italia-Belgio, le pagelle: eurogol di Barella, Insigne cuore azzurro e Chiellini è un gladiatore

di Fabrizio Ponciroli

Belgio-Italia, le pagelle. La Nazionale si sbarazza anche del Belgio (2-1) e vola in semifinale, confermando di avere mille risorse e un gruppo di grande qualità. Decisivi i gol di Barella e Insigne. Si fa male Spinazzola.

LE PAGELLE DI BELGIO-ITALIA

DONNARUMMA 7,5 - Subito grande protagonista. Fa valere la sua immensa classe con due parate da fuoriclasse assoluto. Una certezza tra i pali, un fenomeno che sposta gli equilibri. Solo Lukaku lo beffa dagli 11 metri.

DI LORENZO 5,5 - Parte malissimo, denotando un po' di paura. Commette un errore grave, regalando il penalty. Troppa insicurezza nel gestire alcune situazioni apparentemente semplici. Doku lo fa impazzire.

BONUCCI 6,5 - La gioia del gol gli rimane in gola (annullato per centimetri). Per il resto, si destreggia con la solita attenzione ed è anche bravo nell'impostare. Mantiene sempre la calma.

CHIELLINI 7 - Combatte come un leone contro il gigante Lukaku. Tra sportellate e duelli aerei, resiste e dimostra di essere un marcatore di stampo vintage ma estremamente affidabile.

SPINAZZOLA 6,5 - Meno esplosivo rispetto alle precedenti uscite. Fa fatica a saltare l'uomo e a regalare la superiorità numerica alla Nazionale. In difesa salva un gol già fatto di Lukaku. Miracoloso. Esce in lacrime per infortunio (33' st Emerson Palmieri 6: porta freschezza).

BARELLA 7,5 - Centrocampista moderno, capace di fare tutto in campo. Non smette mai di correre e di pressare. Abile nei passaggi, il gol è un capolavoro balistico di rara bellezza. Forza della natura.

JORGINHO 7 - Sa sempre cosa fare, sempre avere anche gli occhi dietro alla testa. Mai una giocata fuori dalle righe e, quando c'è da recuperare palla, è pronto a sacrificarsi con i compagni.

VERRATTI 6,5 - Giallo evitabile e, spesso, tiene troppo palla, rallentando eccessivamente il ritmo. Ha il merito di non smettere mai di combattere. Un gladiatore vero, anche se un po' impreciso (30' st Cristante 6: si fa sentire fisicamente).

CHIESA 6,5 - Preferito a Berardi, è il più pericoloso al tiro. Cerca sempre lo spazio per far male alla retroguardia belga. La fortuna non è dalla sua parte. Molto prezioso anche in fase difensiva (45' st Toloi ng)..

IMMOBILE 5 - Tanto lavoro sporco tra le linee per alzare il baricentro degli Azzurri. Egoista in una chiarissima occasione da gol. Vorrebbe spaccare il mondo, resta con le polveri bagnate. Troppo approssimativo (30' st Belotti 6: lotta contro tutto e tutti).

INSIGNE 7 - Sempre pronto a dialogare con i compagni. Cercava un altro gol dopo quello della prima partita dell'Europeo e, finalmente, lo trova. L'esultanza è di tutti gli italiani. Cuore azzurro (33' st Berardi 6: ci mette tantissima voglia e energia. Dà una grossa mano).

MANCINI 7 - L'avventura continua. Anestetizza anche lo spauracchio Belgio. Dà sempre tanta serenità all'intero ambiente. Molto attento a trovare le soluzioni giuste in corso d'opera.


Ultimo aggiornamento: Sabato 3 Luglio 2021, 19:07

© RIPRODUZIONE RISERVATA