Grifo, gran doppietta. L'azzurro fa bene a Bernardeschi
di Massimo Sarti

Grifo, gran doppietta. L'azzurro fa bene a Bernardeschi

SIRIGU 6

Impegnato solo su un paio di cross. Non esce su un angolo estone, piccolissimo brivido.

DI LORENZO 6

Attento e applicato. Inizia da terzino, finisce da centrale.

D'AMBROSIO 6

Non viene sollecitato dagli avanti estoni. Un allenamento agonistico prima di guardare, da squalificato, Italia-Polonia (35' st Calabria ng).

BASTONI 7

Debutto con ottima autorità, soprattutto in accompagnamento alla manovra. Dal suo piede sinistro partono precisi lanci verso i compagni, anche per l'1-0 di Grifo.

EMERSON 6

Qualche spunto sulla corsia mancina. Senza “esagerare” (27' st Luca Pellegrini ng).

SORIANO 6

Tanta quantità. Qualità un po' ad intermittenza.

TONALI 5,5

Primo tempo troppo timido, poi prende un colpo ed esce. Ci si attende qualcosa di più (1' st Pessina 6: esordio con il pensiero soprattutto a non sbagliare).

GAGLIARDINI 6,5

Il più vivace nel reparto mediano degli azzurri. Guadagna con veemenza e furbizia il penalty del 3-0.

BERNARDESCHI 6,5

Eccellente primo tempo, non solo per il gol, partendo da destra ed accentrandosi. Cala nella ripresa (27' st Orsolini 7: due spezzoni di gara in Nazionale e due gol. Meglio in azzurro che in rossoblù).

LASAGNA 5,5

Meglio come uomo sponda (vedi il tocco per l'1-0 di Grifo) che in fase conclusiva (26' st Pellegri ng).

GRIFO 7,5

Alla quarta presenza arrivano i primi due gol per l'azzurro di Germania. La prima rete è una perla, poi prende d'imperio la responsabilità di tirare e segnare il rigore (35' st El Shaarawy 6: appena entrato si crea dal nulla un'occasione).

EVANI 7

Ricorderà con emozione questa “prima” da capo allenatore azzurro. Voto comunque di squadra, da dividere con Roberto Mancini da casa e con Gianluca Vialli in collegamento diretto con l'amico Mancio. Il trio può contare non solo sui “titolari”.

 


Ultimo aggiornamento: Giovedì 12 Novembre 2020, 07:14

© RIPRODUZIONE RISERVATA