Spogliatoi San Paolo, il Napoli posta il video su Twitter. La Regione ad Ancelotti: «Pensi a battere il Liverpool»

Ieri Carlo Ancelotti ha tuonato in una nota ufficiale contro il Comune, la Regione e i Commissari per via della mancata consegna degli spogliatoi del Napoli dopo la ristrutturazione - per le Universiadi - dello stadio San Paolo. Oggi la società Calcio Napoli, sul suo profilo Twitter, ha postato le immagini delle condizioni degli spogliatoi: un video girato intorno alle 15.30 di ieri, ha specificato il club azzurro.

Leggi anche > Ancelotti choc: «Indignato e costernato». La risposta del commissario

Lavandini mancanti, sanitari da montare e i soli trabattelli a riempire gli spogliatoi che, fra tre giorni, dovranno ospitare Napoli e Sampdoria impegnate nel match valido per la terza giornata di Serie A. «Queste le condizioni degli spogliatoi del Napoli dello stadio San Paolo, a 70 ore da Napoli-Sampdoria, che hanno scatenato la reazione di mister Ancelotti contro Regione, Comune e Commissari», si legge nel tweet, in cui si smentisce «che il Vice Presidente Edoardo De Laurentiis abbia fatto i complimenti alla dottoressa Filomena Smiraglia per i lavori di ristrutturazione degli spogliatoi allo Stadio San Paolo». 
"ANCELOTTI PENSI A BATTERE IL LIVERPOOL" La Regione però non ci sta e attacca il club e l'allenatore: Fulvio Bonavitacola, vicepresidente della Regione Campania, a Radio Punto Nuovo non ha usato mezzi termini. «Voglio precisare che i lavori sono stati affidati dalla struttura commissariale delle Universiadi, non dalla Regione. Noi abbiamo finanziato gli interventi e siamo stati determinanti nella gestione - ha detto - Lo abbiamo fatto perchè era una grande occasione, e il fiore all'occhiello doveva essere il San Paolo».
«I tifosi troveranno grandi novità. C'è stato un ritardo nell'adeguamento degli spogliatoi ma l'ingegnere Basile mi aveva assicurato che era necessaria solo una pulizia. Le immagini, a chi non è del settore, possono trarre in inganno: c'è stato un equivoco. Se ci fosse stata malizia, Ancelotti avrebbe dovuto chiedere scusa, ma non è questo il caso. Non ho informazioni quotidiane degli aspetti gestionali: se De Martino ha detto che la consegna è prevista per domani, allora così sarà. Superato l'equivoco con Ancelotti, andiamo a vincere con il Liverpool». 
 
Giovedì 12 Settembre 2019, 15:52



© RIPRODUZIONE RISERVATA