Napoli-Legia Varsavia 3-0, le pagelle: Insigne fa partire la festa, Osimhen e Politano la completano. Anguissa questa volta delude
di Massimo Sarti

Napoli-Legia Varsavia 3-0, le pagelle: Insigne fa partire la festa, Osimhen e Politano la completano. Anguissa questa volta delude

MERET 6

Spettatore non pagante al “Maradona”, sino a quando viene salvato dal palo su Emreli.

DI LORENZO 6

Con il Legia impegnato per lo più a contenere, il terzino destro come al solito si aggiunge agli avanti del Napoli con le sue percussioni.

MANOLAS 6

Viene impegnato poco (una respinta o poco più) dai polacchi. Durante un recupero accusa un problema muscolare (27' st Petagna 6: due tiri fuori non di molto).

KOULIBALY 6,5

Le solite chiusure puntuali, oltre che un supporto all'impostazione della manovra.

JUAN JESUS 5,5

Adattato inizialmente a terzino sinistro, preferisce spesso restare prudente e rinunciare a spingere.

DEMME 6,5

Al debutto dal primo minuto in stagione, ha energie da spendere sino in fondo. Perché Spalletti non lo cambia.

ANGUISSA 5,5

Qualche errore in appoggio. Non ripete le eccellenti prove di campionato (12' st Fabian Ruiz 6: geometrie al servizio della squadra).

ELMAS 6

Partita oscura, ma utilissima. La sua duttilità tattica al servizio della causa comune. Un tiro nella ripresa spaventa Miszta, che blocca in due tempi.

LOZANO 6

Si danna l'anima, ma gli spazi che i polacchi concedono sono pochissimi. Un suo tiro nel primo tempo viene deviato da Miszta in angolo (12' st Osimhen 7: entra e segna: cosa chiedere di più? Di nuovo straripante in velocità. È il giocatore che fa la differenza in questo Napoli).

MERTENS 6,5

Come Demme è all'esordio stagionale da titolare. Sono sue le conclusioni più pericolose del Napoli nel primo tempo. Cala inevitabilmente alla distanza (27' st Politano 7: disegna l'assist per il gol di Insigne e segna il 3-0. Impatto decisivo).

INSIGNE 7,5

Spalletti gli fa cambiare non poche posizioni durante la partita. Attaccante esterno, trequartista. Addirittura mezzala. Lui risponde con applicazione, un gol meraviglioso ed un assist per Osimhen (36' st Rrahmani ng).

SPALLETTI 7

Con i cambi trova le soluzioni giuste e smorza gli effetti di un match potenzialmente pericoloso, con il Legia in trincea ed il Napoli dominante in avanti (18 angoli battuti), ma a lungo fermato. Vittoria fondamentale per “sistemare” il girone di Europa League. Ed ora la Roma per arrivare a nove successi consecutivi in campionato.


Ultimo aggiornamento: Giovedì 21 Ottobre 2021, 23:06

© RIPRODUZIONE RISERVATA