Napoli-Inter 0-3, le pagelle: Sommer miracoloso, Cahla-Barella da sogno. Inzaghi si riprende la vetta

I voti della sfida allo stadio Maradona tra Mazzarri e Inzaghi

Napoli-Inter 0-3, le pagelle: Sommer miracoloso, Cahla-Barella da sogno. Inzaghi si riprende la vetta

di Alessio Agnelli

L'Inter batte 3-0 il Napoli nel posticipo domenicale della 14/a giornata di Serie A, disputato allo stadio 'Maradonà della città partenopea. A decidere il match i gol di Calhanoglu al 44', Barella al 61' e Thuram all'85'. In classifica i nerazzurri si confermano primi con 35 punti, 2 in più della Juventus e 6 in più del Milan. I campioni d'Italia in carica sono quarti insieme alla Roma a quota 24.

 

PAGELLE INTER

SOMMER 8 L’avvio è una sfida nella sfida con Elmas. Prima un destro dai 25 metri, intercettato in volo e con la punta delle dita, poi un tiro-cross smanacciato fuori area. Il premio dalla sorte è la traversa di Politano, il miracolo di serata su Kvaratskhelia.

DARMIAN 7 Sulle tracce di Kvara, ogni tanto in raddoppio su Osimhen. Col georgiano regge l’urto, col nigeriano sicuro anche di testa. (41’ st Bisseck sv)

DE VRIJ 6 Sfortunato. Deve alzare bandiera bianca pronti, via per un risentimento all’adduttore della coscia sinistra. In precedenza zero rischi. (18’ st Carlos Augusto 6,5: dentro da braccetto di sinistra, più efficace con Politano)

ACERBI 6,5 Un quarto d’ora a rincorrere Politano, poi il ritorno al centro della difesa a duellare con Osimhen, più a suo agio.

DUMFRIES 6 La partenza è in salita e quasi sempre in raddoppio difensivo su Kvara. Il prosieguo a baricentro più alto, mettendoci anche la… testa nell’azione dello 0-1. Fuori per infortunio. (32’ st Cuadrado 6,5: suo il traversone dello 0-3)

BARELLA 7,5 Quantità e qualità, ma all’ennesima potenza.

Lotta, scatena le ripartenze, pennella l’assist più per il vantaggio di Calha e ritorna al gol, il primo in stagione, in doppio slalom. E sempre di corsa.

CALHANOGLU 7,5 L’uomo delle missioni (quasi) impossibili. Dopo aver messo la firma sul sacco del J-Stadium dell’aprile 2022, apre le marcature anche al Maradona, altro stadio tabù, per il 2° successo negli ultimi 23 anni.

MKHITARYAN 6,5 Interdizione ed impostazione, palloni recuperati e traghettati in avanti. Al solito si sdoppia che è un piacere, tuttofare d’eccezione. (32’ st Frattesi sv)

DIMARCO 6,5 Con Politano e Di Lorenzo ha il suo bel daffare in fase difensiva. Di proiezioni meno rispetto al solito, ma quasi sempre a profitto. Suo l’innesco del vantaggio.

THURAM 7 Primo comandamento altruismo ed assistenza ai compagni. Massa gli annulla una rete per fuorigioco millimetrico nelle battute iniziali. Il gol, il 5° in A, arriva nel finale. ( 41’ st Arnautovic sv)

LAUTARO 7 Rovina la media-gol, ma confeziona un’altra prova monstre per leadership e potere decisionale. Sfiora il vantaggio in acrobazia, murato all’ultimo da Meret. Disegna l’assist del raddoppio per Barella.

INZAGHI 7 Si riprende la vetta della classifica con una prova di forza e al cospetto dei campioni in carica, precipitati a meno 11 e di fatto già fuori dai giochi-scudetto. Sfida a due con la Juve.


Ultimo aggiornamento: Domenica 3 Dicembre 2023, 22:44

© RIPRODUZIONE RISERVATA