Napoli, indagini sulla beneficenza della partita scudetto con l'Udinese: ispezioni nella sede del club di De Laurentiis

L'indagine della magistratura contabile, delegata ai militari dell'arma, è partita a seguito di una denuncia, relativa a un presunto danno erariale

Video

di Redazione Web

I carabinieri nella sede del Napoli Calcio. Nel mirino l'evento organizzato allo stadio Diego Armando Maradona in occasione della partita con l'Udinese, che la sera del 4 maggio 2023 ha assegnato il terzo scudetto dello loro storia agli azzurri. Quel giorno la squadra di Spalletti era impegnata alla Dacia Arena di Udine, mentre nello stadio di casa erano stati istallati i maxi-schermi per proiettare la partita in diretta con i tifosi presenti sugli spalti. 

La denuncia

Le ispezioni dei carabinieri sono avvenute negli uffici di Fuorigrotta e di Castel Volturno della Società Sportiva Calcio Napoli. L'indagine è stata ordinata dalla Procura generale della Corte dei Conti della Campania: i militari sono alla ricerca di documenti che attestino la rendicontazione degli incassi, delle spese e la devoluzione in beneficenza di parte degli introiti (circa 9mila euro) della partita scudetto Udinese-Napoli giocata dagli azzurri a Udine e proiettata la sera del 4 maggio 2023 allo stadio Diego Armando Maradona.

L'indagine della magistratura contabile, delegata ai militari dell'arma, è partita a seguito di una denuncia, relativa a un presunto danno erariale, presentata dal consigliere comunale Catello Maresca.


Ultimo aggiornamento: Lunedì 27 Maggio 2024, 12:43

© RIPRODUZIONE RISERVATA