Il Bologna sbanca il San Paolo 2-1, il Napoli non sa più vincere

Il Bologna sbanca il San Paolo 2-1, il Napoli non sa più vincere

NAPOLI - È sempre più nera la crisi del Napoli. Dopo la bella serata di Liverpool, gli azzurri ripiombano nel tunnel, sconfitti in rimonta da un Bologna niente più che ordinato e diligente. I rossoblù vincono 2-1 a Fuorigrotta, tra la contestazione rovente del pubblico, deluso e inviperito. Napoli con il 4-3-3. Ancelotti, oltre all'infortunato Allan, tiene fuori Callejon e Mertens. Tra i pali c'è Ospina, a destra Maksimovic, coppia centrale formata da Koulibaly e Manolas, con Di Lorenzo dirottato a sinistra. In mediana spazio a Fabian, Zielinski ed Elmas, il terzetto d'attacco è composto da Lozano, Llorente e Insigne. Il Bologna recupera i due centrali di difesa Bani e Danilo, protetti in mediana da Medel e Poli. Alle spalle di Palacio agisce un terzetto di giocatori d'estro: Orsolini, Dzemaili e Sansone. Buona la partenza degli azzurri. Lozano sembra ispirato e, dopo un destro fuori di poco, al 13' imbecca Insigne che di sinistro non centra il bersaglio. Al 16' annullato un gol proprio a Lozano per fuorigioco, mentre al 22' Skorupski c'arriva sulla conclusione dai 30 metri di Insigne su punizione. I ritmi restano bassi e il Bologna col passare dei minuti guadagna metri. Al 32' i rossoblu sfiorano la rete: Fabian cicca un pallone velenoso in area, Dzemaili tenta la girata di prima intenzione che esce fuori di un niente. Il Napoli non incanta, ma al 41' trova la rete: Llorente di testa lancia Insigne, destro dell'attaccante dal limite, respinta di Skorupski e tap-in vincente proprio dello spagnolo, che fa esplodere un San Paolo sino a quel momento silente. Nel finale di tempo gli azzurri insistono, ma ancora Llorente e poi Lozano non trovano l'intuizione vincente. In avvio di ripresa subito un campo nel Bologna: dentro Skov Olsen, fuori Orsolini. Il Napoli sembra in grado di gestire, manca due volte il raddoppio con Insigne - sul primo tiro salva Skorupski, poi il capitano gira fuori da due passi un tiro di Llorente dal limite - ma al 13' arriva il pari, proprio a opera del nuovo entrato. Sansone crossa dalla sinistra, Koulibaly colpisce di testa all'indietro anticipando anche Ospina e consentendo a Skov Olsen di appoggiare in rete a porta vuota. Tutto da rifare per il Napoli, che torna al 4-4-2 con l'innesto di Mertens al posto di Elmas. Gli azzurri peccano di frenesia e imprecisione e rischiano grosso al 21', quando Sansone impegna Ospina che si salva con l'aiuto di Manolas. Sansone ci riprova al 25': fuori di poco. Superato il momento di sbandamento, il Napoli ricomincia a premere. Mertens e Fabian ci provano da lontano: solo illusione ottica del gol. Clamoroso l'errore di Mertens al 33': destro a giro dall'altezza del rigore fuori bersaglio. Il Bologna ringrazia e trova il gol vittoria al 36'. Errato disimpegno di Maksimovic, pallone a Sansone che può insaccare indisturbato da due passi. Al 49' ultima beffa per il Napoli: Llorente trova il pari su invito di Koulibaly, il Var annulla per fuorigioco.


LEGGI LA CRONACA 

Guarda la classifica

 
Domenica 1 Dicembre 2019, 16:03



© RIPRODUZIONE RISERVATA