Atalanta-Napoli, le probabili formazioni: Gasperini si affida a Muriel, problemi in difesa per Gattuso
di Massimo Sarti

Atalanta-Napoli, le probabili formazioni: Gasperini si affida a Muriel, problemi in difesa per Gattuso

La Juventus attende in finale, dopo avere eliminato l'Inter tra veleni e polemiche. Tocca a una tra Atalanta e Napoli raggiungere i bianconeri. Sarebbe la prima finale di Coppa Italia di sempre tra la Vecchia Signora e la Dea, mentre in caso di passaggio del turno dei partenopei si ripeterebbe l'ultimo atto della scorsa stagione, nel quale si imposero ai rigori gli uomini di Rino Gattuso.

 

Intanto, al Gewiss Stadium di Bergamo, si ripartirà questa sera (ore 20,45, diretta Rai1, arbitro La Penna di Roma) dallo 0-0 scaturito all'andata allo stadio Maradona. Questo vuol dire che l'Atalanta per passare sarà costretta a vincere, mentre al Napoli basterà un pareggio con gol. Le due squadre arrivano a questo delicatissimo match con stati d'animo differenti.

 

LA PROBABILE FORMAZIONE DELL'ATALANTA

L'Atalanta è reduce dall'incredibile pareggio di sabato in campionato contro il Torino, con rimonta incassata da 3-0 a 3-3. I rimpianti non mancano, ma in questo momento è la Coppa Italia la priorità per Gian Piero Gasperini: «Il Torino? Se si passa dal 3-0 al pareggio in così poco tempo significa che qualche problema ce lo siamo creato. Per fortuna si gioca ogni tre giorni e c'è da pensare subito a una semifinale in casa, un'opportunità da cogliere, anche se l'assenza del pubblico stravolge il calcio». Per rimediare, una delegazione della Curva Nord visiterà e incoraggerà la squadra nel ritiro di Zingonia poco prima della partenza per lo stadio. L'Atalanta, salvo sorprese, si affiderà in attacco alla coppia tutta colombiana formata da Duvan Zapata (favorito su Ilicic) e Luis Muriel, diventato letale non solo da subentrato, ma anche quando parte dall'inizio (otto partite consecutive di campionato da titolare con gol). Alle loro spalle ci sarà Pessina. Davanti a Gollini, la squalifica di Romero porterà il Gasp a schierare Toloi, Palomino e Djimsiti. A destra è out Hateboer e Maehle non è al meglio: ecco il vero dubbio di formazione dei nerazzurri. Dovesse il danese essere scelto dall'inizio, il centrocampo sarebbe completato da De Roon, Freuler e Gosens. In caso contrario, De Roon potrebbe scalare a destra con Pasalic in mezzo, ma non è l'unica opzione.

 

LA PROBABILE FORMAZIONE DEL NAPOLI

Tra la sfida di stasera e il big-match con la Juventus di sabato pomeriggio allo stadio Maradona, Rino Gattuso potrebbe giocarsi la panchina. Sembrano passati anni luce dallo sfolgorante 6-0 sulla Fiorentina, eppure era solo lo scorso 17 gennaio. Da quella partita il Napoli ha battuto solo il Parma e lo Spezia in Coppa Italia. In campionato sono giunti gli stop con Verona e Genoa, la Supercoppa di Lega è andata alla Juventus. E anche nell'andata della semifinale con l'Atalanta sono stati più gli ospiti ad andare vicini a segnare e ad imporsi. A Bergamo dovrebbe rivedersi dal primo minuto Osimhen, a 94 giorni dall'ultima presenza da titolare dell'attaccante nigeriano, a lungo fermato da infortuni (al pari dell'ancora indisponibile Mertens) e Covid. Al suo fianco Lozano e capitan Lorenzo Insigne, che dalla doppietta alla Fiorentina ha inseguito inutilmente (compreso il rigore sbagliato in Supercoppa con la Juve) il centesimo centro con la maglia del Napoli. In porta ci sarà Ospina, con Gattuso che sembra aver fatto definitivamente la scelta tra i pali, relegando Meret a secondo. I terzini saranno Di Lorenzo e Hysaj. Al centro ecco i problemi dovuti alle assenze di Koulibaly (positivo al coronavirus al pari di Ghoulam) e di Manolas (distorsione alla caviglia destra): giocheranno Maksimovic (reduce dalla partita infelice di Genova) e Rrahmani, senza alcuna possibilità di alternative. In mezzo Elmas, Bakayoko (favorito su Demme) e Zielinski.


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 10 Febbraio 2021, 23:50

© RIPRODUZIONE RISERVATA