Mourinho svela il tatuaggio misterioso: «La gioia dei romani mi ha spinto a farlo. Solo io posso averlo»

Un tatuaggio unico nel suo genere, in perfetto stile Special One

Mourinho svela il tatuaggio misterioso: «La gioia dei romani mi ha spinto a farlo. Solo io posso averlo»

José Mourinho ha finalmente svelato il misterioso tatuaggio sul braccio. E come sempre ha stupito tutti. Lo Special One non è certo uno che ama le cose comuni e così si è concesso un qualcosa di unico, un tatuaggio che «fossi il solo a poter avere».

Leggi anche > Roma, Zaniolo capitano e Portimonense ko

 

 

Le tre coppe europee

Mourinho pochi giorni fa aveva condiviso su Instagram un post in cui rivelava di essersi fatto un tatuaggio speciale. Ma nel video pubblicato un cerotto impediva di capire di cosa si trattasse. Così il web si è scatenato in ipotesi e meme che riguardavano il segno indelebile sul corpo dello Special One. Ma poi è stato lo stesso Mourinho a spiegare cosa è stato inciso sulla sua pelle. Un qualcosa di unico che rappresenta le tre pincipali coppe europee, una di fianco all'altra, con i colori dei club con le quali è riuscito ad alzarle al cielo. 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da Jose Mourinho (@josemourinho)

«Questo è il mio tatuaggio»

Josè Mourinho ha finalmente svelato su Instagram il suo tatuaggio misterioso che aveva incuriosito il web e il mondo del calcio. «Questo è il mio tatuaggio. La gioia dei romani mi ha spinto a farlo - ha scritto il tecnico della Roma nel post -. Allora ho pensato a qualcosa di speciale, qualcosa che onorasse tutti i club con i quali ho vinto competizioni europee». 

«Un tatuaggio unico»

Così in perfetto stile Special One, Moruinho ha deciso di fare «un tatuaggio unico, uno che fossi il solo a poter avere». Ecco allora che ha taggato nella foto la Coppa Uefa vinta con il Porto nel 2003 e la Champions League vinta con il Porto nel 2004 e con l'Inter. Ma anche l'Europa League alzata al cielo con il Manchester United  e, infine, la Conference League vinta proprio con la Roma a Tirana lo scorso maggio. Un tatuaggio unico nel suo genere, proprio per la Conference League, visto che la Roma ha vinto la prima edizione della terza competizione europea. E, di conseguenza, Mourinho è ancora l'unico allenatore a poter sfoggiare nel proprio Palmarès da allenatore il trofeo.


Ultimo aggiornamento: Domenica 17 Luglio 2022, 16:24

© RIPRODUZIONE RISERVATA