Mourinho, parla il tatuatore Alberto Marzari: «Che emozione disegnare le tre coppe sul braccio di José»

Mourinho, parla il tatuatore Alberto Marzari: «Che emozione disegnare le tre coppe sul braccio di José»

di Francesco Balzani

Beccalossi, Pamela Prati, Barella, De Rossi e tanti altri. Ma soprattutto Josè Mourinho che per un cuore ultras nerazzurro come lui vale davvero tanto. Alberto Marzari è uno dei tatuatori più ricercati d’Italia. In senso buono e soprattutto per opere di stampo sportivo. Alcune sembrano reali. Ha lo studio nel cuore di Roma, vicino Piazza Navona. Ma “opera” anche a casa. Come nel caso dello Special One qualche settimana fa, dopo la vittoria della Conference League. E ne è uscito con uno dei tatuaggi più famosi d’Italia. Quello in cui sono raffigurate la Champions (con bandierine di Porto e Inter), l’Europa League (vinta anche col Manchester) e appunto la Conference coi colori della Roma. Unico al mondo Mourinho ad averne vinte tre.

I Maneskin incendiano Parigi, lo show in mezzo al pubblico. Ecco le foto

Che emozione è stata?

«Grande, lui per noi tifosi interisti è stato un qualcosa di unico. E’ stato come vincere il Triplete. Ci siamo visti il 3 luglio a casa sua, ai Parioli. È stato davvero emozionante. Pensavo a 12 anni fa, a quando ero a Madrid per festeggiare la Champions»

Come nasce l’idea del tatuaggio?

«Devo ringraziare Stefano Rapetti (il preparatore romano, ndr). Mourinho ha visto i miei lavori sui social grazie a lui, fino a quando ha iniziato a pensare a qualcosa in caso di vittoria europea. E così, quando ha vinto, mi ha chiamato».

Dubbi sull’idea?

«Nessuno, lui voleva le tre coppe perché sapeva che era un tatuaggio inedito, unico visto che solo lui le aveva vinte. E non è finita»

Cioè?

«Ha voluto la base sotto grigia così da poter aggiungere altri colori sociali. Insomma ne vuole vincere altre».

Che tipo di cliente è stato?

«Uno dei migliori, non mi ha mai messo fretta e abbiamo scherzato un sacco».

Era la prima volta per lui?

«Aveva un piccolo tatuaggio, era incuriosito dal mio lavoro».

Notizie di mercato?

«Non le dirò mai, c’è il segreto professionale. Ma su Dybala diciamo che ha influito parecchio».

Ultimi lavori?

«Proprio in questi giorni ho tatuato la famosa azione di Chiellini che frena Saka nella finale dell’Europeo. Potete vederlo sul mio profilo Instagram».


Ultimo aggiornamento: Martedì 19 Luglio 2022, 19:44

© RIPRODUZIONE RISERVATA