La verità di Djorkaeff: «Milan tricolore grazie a Giroud, ma l'anno prossimo Inter favorita»
di Fabrizio Ponciroli

La verità di Djorkaeff: «Milan tricolore grazie a Giroud, ma l'anno prossimo Inter favorita»

Tra le tante stelle presenti al match degli Integrational Heros organizzato da Samuel Eto'o a Milano c'era anche Youri Djorkaeff, campione del mondo e campione d'Europa con la Francia ed ex idolo dell'Inter (ha giocato a Milano, sponda nerazzurra, per tre stagioni, dal 1996 al 1999). Protagonista della vittoria della Coppa Uefa nella stagione 1997-98, l'ex centrocampista, classe 1968, non si è dimenticato del fascino del calcio italiano.


Si aspettava una serie A così combattuta?
«Quest'anno c'è stato un finale di campionato molto equilibrato. Non è andata come speravo ma comunque è stato un bel torneo, direi».
Si riferisce all'Inter, la sua ex squadra, giunta seconda?
«Inzaghi ci ha provato, è andata anche bene ma ci può essere un solo campione. Però ha lottato fino alla fine, è un segnale forte che mi è piaciuto. Ha dimostrato di avere un grande spirito e ha fatto un grande campionato. Dal mio punto di vista, l'Inter deve sempre lottare per essere al top».
Però, sarà felice per il suo amico Giroud che ha vinto il suo primo scudetto da protagonista con la casacca del Milan?
«Certo, sono molto contento per Giroud. Ha cominciato a giocare con la casacca del Grenoble, proprio come me, e per questo lo seguo con attenzione. E' un attaccante forte che, a volte, ha avuto problemi con la nazionale francese. Tuttavia, ha dimostrato di saperci fare e di farsi trovare pronto quando serve. Sono davvero molto contento per lui. Ha dato una grossa mano al Milan per vincere questo titolo».
Si parla tanto di Dybala come prossimo giocatore dell'Inter. Come lo vedrebbe con la casacca nerazzurra?
Non so dirlo, ma siamo amici e posso sempre chiederglielo (e ride, ndr)».
Intanto, Dybala al Mondiale ci sarà ma l'Italia invece no. Che idea si è fatto di questa eliminazione?
«Sarà un Mondiale strano senza l'Italia che ha vinto l'Europeo dimostrando di giocare molto bene e di aprire un ciclo nuovo; è davvero inspiegabile per me quello che è accaduto agli azzurri».
riproduzione riservata ®


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 25 Maggio 2022, 08:04

© RIPRODUZIONE RISERVATA