Miccoli deferito dalla disciplinare Figc. Disse: "Quel fango del giudice Falcone"
di Enrico Chillè

Miccoli deferito dalla disciplinare Figc.
Disse: "Quel fango del giudice Falcone"

ROMA - L'ex calciatore del Palermo Fabrizio Miccoli è stato deferito oggi dalla commissione disciplinare della Figc. Tutti ricorderete che insultò la memoria del giudice Giovanni Falcone, ucciso dalla mafia nella Strage di Capaci, il 23 Maggio 1992.

L'attaccante deve rispondere della violazione dell'art. 1 del codice di giustizia sportiva, «per avere violato i doveri di lealtà, probità e correttezza, offendendo la memoria del giudice Giovanni Falcone, pronunciando la frase, poi riportata da vari quotidiani, 'quel fango di Falcone'».

La disciplinare ha anche deferito la società Us Palermo «per responsabilità oggettiva, per le violazioni addebitate al proprio calciatore».

Con lo stesso provvedimento, la commissione ha archiviato il procedimento relativo all'uso, da parte di Miccoli, «di schede telefoniche intestate ad altri soggetti, non essendo emerse fattispecie di rilievo disciplinare»

«Vediamoci davanti all'albero di quel fango di Falcone»: così si esprimeva, più volte, al telefono l'ex attaccante del Palermo Fabrizio Miccoli con il suo amico Marco Lauricella, senza sapere che quest'ultimo era intercettato da parte della polizia.

Falcone era il giudice ammazzato dalla mafia, l'albero era ed è un luogo simbolo di Palermo, dedicato al giudice martire della legalità. Le intercettazioni vennero fuori il 22 giugno dell'anno scorso, e si riferivano alle lunghe indagini condotte dalle forze dell'ordine per giungere all'arresto, nel 2011, del boss Antonino Lauricella, padre dell'amico di Miccoli che, all'epoca della sua permanenza palermitana ebbe, secondo gli investigatori, anche qualche contatto con Francesco Guttadauro nipote del boss Matteo Messina Denaro. Qualche giorno dopo la bufera suscitata dalle sue parole, Miccoli in lacrime davanti ai giornalisti e alla tv ha chiesto scusa alla famiglia Falcone, alla città di Palermo e ai tifosi. Nel frattempo il suo contratto con il Palermo non è stato più rinnovato, e successivamente è passato al Lecce, il Lega pro.


Ultimo aggiornamento: Lunedì 8 Febbraio 2016, 18:31

© RIPRODUZIONE RISERVATA