Mazzola: «Maurito quanti errori. Certe uscite sono dannose»
di Marco Zorzo

Mazzola: «Maurito quanti errori. Certe uscite sono dannose»

Sandro Mazzola, lo sa che Icardi non è più capitano dell’Inter?
«Beh, questa non me l’aspettavo proprio. Sono sorpreso».
E si è chiamato fuori per la partita di questa sera a Vienna?
«Davvero? Incredibile... Ma è successo un cataclisma dalle parti di Appiano...».
Già, una doppia tegola in un momento delicato della stagione. Come la giudica?
«Mah, bisognerebbe essere dentro la situazione. Certamente capita in un periodo particolare, con il ritorno delle partite in Europa, e la corsa alla Champions. Vero che sono sempre terzi, ma quelle dietro stanno andando alla grande. E non mi riferisco solo ai cugini del Milan».
Morale: la società ha adottato la mano pesante con il bomber...
«Eh, probabilmente le troppe chiacchiere di Wanda Nara hanno avuto l’effetto di un boomerang devastante per Icardi. Certo auguriamoci che non lo sia pure per l’Inter».
La cosa non sembra essere stata gestita nel migliore dei modi. Come la vede?
«Ripeto, difficile dirlo da fuori. Bisognerebbe conoscere a fondo la situazione interna. Dare giudizi sommari non mi sembra il caso».
Certamente Icardi paga le esternazioni della moglie...
«La linea era sottilissima: basta niente per passare dalla ragione al torto. Certamente Icardi ha delle responsabilità, nel senso che ha pernesso alla moglie di dire troppe cose, tra social e televisione. Alla fine, tutte queste parole sono state controproducenti».
Rischiano di esserlo anche per l’Inter, col giocatore che potrebbe essere deprezzato...
«Però c’è sempre la clausola dei 110 milioni. C’è da capire chi è ancora interessato a Icardi in modo concreto».
E se sua moglie, quando lei era capitano dell’Inter, avesse detto certe cose in giro?
(ride)«Ma erano altri tempi... Però una cosa è certa, non si sarebbe mai permessa certe uscite del genere».
Giusta la decisione dela società?
«Sì, senza ombra di dubbio».

Giovedì 14 Febbraio 2019, 08:00



© RIPRODUZIONE RISERVATA