Mazzarri nuovo allenatore del Napoli, chi è: i "tre tenori", la vittoria della Coppa Italia e l'esonero all'Inter

Walter Mazzarri sostituirà Rudi Garcia sulla panchina del Napoli

Mazzarri nuovo allenatore del Napoli, chi è: i "tre tenori", la vittoria della Coppa Italia e l'esonero all'Inter

Dopo 10 anni Walter Mazzarri torna sulla panchina del Napoli, che ha già guidato dal 2009 al 2013. Proprio in Campania il tecnico toscano ha vissuto i suoi anni più belli, riportando gli azzurri in Champions League e alla vittoria di un trofeo, la Coppa Italia, che mancava da 22 anni. Quel Napoli è rimasto impresso nell'immaginario collettivo soprattutto per i suoi "tre tenori", ovvero Hamsik, Lavezzi e Cavani. Talenti capaci per primi di far tornare a respirare aria di scudetto in città. Un'opera poi completata, dieci anni dopo, da Luciano Spalletti, tecnico a cui ora Mazzarri, dieci anni dopo, dovrà di fatto succedere dopo la parentesi Rudi Garcia.

Napoli, Mazzarri è il nuovo tecnico: il sì a De Laurentiis per traghettare la squadra 7 mesi

La carriera da calciatore e le prime esperienze in panchina

Prima di sedere in panchina, Mazzarri si costruisce una buona carriera da giocatore tra Serie B e Serie C1 con un paio di stagioni in A prima con il Cagliari e poi con l'Empoli. Centrocampista, in carriera nei vari campionati ha realizzato 15 gol in 244 presenze chiudendo la carriera nella Torres nel 1994/95 in Serie C2.

Qualche anno dopo inizia con successo la carriera da allenatore facendo la gavetta dalla C2 con l'Acireale. Il salto di qualità arriva nel 2003/04 quando riporta il Livorno in Serie A. Lasciata la panchina dei labronici passa tre stagioni alla Reggina, conquistando tre salvezze, una di queste, quella 2006/2007, è una vera impresa, in un campionato iniziato post Calciopoli con la zavorra di 11 punti di penalizzazione. Nonostante questo i calabresi chiudono il torneo con una salvezza tranquilla e il 14° posto con 51 punti conquistati sul campo. Dopo gli anni sullo Stretto il tecnico toscano raccoglie grandi soddisfazioni alla Sampdoria, che trascinata da Antonio Cassano finisce al sesto posto e si qualifica per la Coppa Uefa.

 

La chiamata del Napoli e il declino

Nel 2009 arriva la chiamata del Napoli per sostituire Roberto Donadoni, esonerato dopo poche giornate.

Sotto il Vesuvio stabilisce il record di punti degli azzurri in campionato, poi superato da Maurizio Sarri, conquistando un sesto posto che vale la qualificazione in Europa League. Nella stagione successiva, quella dell'arrivo di Cavani, porta al piazzamento in Champions League con il terzo posto in Serie A. Nel maggio 2012 arriva il primo trofeo da allenatore: la Coppa Italia, battendo 2-0 la Juventus in finale.

Mazzarri passa poi all'Inter nel 2013, ma i risultati sotto la Madonnina non arrivano. Quinto posto nella prima stagione ed esonero a metà stagione nella seconda dopo quattro vittorie in undici giornate. Nel 2016/17 Walter Mazzarri tenta l'esperienza in Premier League sotto la guida della famiglia Pozzo accasandosi al Watford. Un impatto non felicissimo con un nuovo campionato ma che lo vede comunque centrare la salvezza. Le ultime due esperienze in panchina sono a Torino e Cagliari, sempre da subentrato e sempre esonerato. Ora il ritorno a Napoli.


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 15 Novembre 2023, 15:06

© RIPRODUZIONE RISERVATA