Marchisio, rapinato nella sua villa: l'ex calciatore e la moglie minacciati con la pistola. «Da balordi puntare una pistola in faccia a una donna»

Marchisio, rapinato nella sua villa: l'ex calciatore e la moglie minacciati con la pistola. «Da balordi puntare una pistola in faccia a una donna»

Rapina, ieri sera a Vinovo, nel torinese, nella villa dell'ex calciatore Claudio Marchisio. Quattro persone, con il volto coperto, armate di pistola e cacciavite, hanno fatto irruzione nell'abitazione dell'ex giocatore della Juventus e della Nazionale e, minacciandoli, hanno costretto lui e la moglie ad aprire la cassaforte.

I ladri sono fuggiti con gioielli e orologi; il valore del bottino, ingente, è ancora da quantificare. I carabinieri, che stanno analizzando le telecamere di sorveglianza della zona, sono sulle tracce dei malviventi.

«Se entri nella casa di una persona per derubarla sei un delinquente. Se punti la pistola al volto di una donna sei un balordo. Se da una storia simile tutto quello che riesci a ricavarne è una battuta idiota sei un poveretto. A tutti gli altri un sentito grazie per la vicinanza». Esprime così la sua amarezza il giorno dopo la rapina subita l'ex giocatore della Juventus, Claudio Marchisio, che sui social ha postato un pensiero rivolto ai rapinatori e agli 'haters' che hanno sfruttato la rete per battute e sarcasmo fuori luogo. Ieri sera quattro banditi armati di pistole e cacciaviti sono entrati nella villa nei pressi di Vinovo di Marchisio dove l'ex bianconero si trovava in compagnia della moglie, i malviventi si sono fatti consegnare gioielli e orologi custoditi in cassaforte.


Ultimo aggiornamento: Giovedì 31 Ottobre 2019, 09:55

© RIPRODUZIONE RISERVATA