Luciano Moggi tifa per Max Allegri: «Valore aggiunto, sa leggere le partite. CR7? Un campione da gestire»
di Fabrizio Ponciroli

Luciano Moggi tifa per Max Allegri: «Valore aggiunto, sa leggere le partite. CR7? Un campione da gestire»

Luciano Moggi è stato uno dei dirigenti sportivi più noti, vincenti e discussi del panorama calcistico italiano. Classe 1937, dopo aver lavorato con Roma, Lazio, Torino, Napoli e Juventus, è oggi uno stimato opinionista, grande conoscitore del tema calcistico.

 

Luciano, che ne pensa della nuova Juventus?
«Mi piace Max Allegri, questo è sicuro. Credo che il suo ritorno sia importante per la società bianconera».

 

Perché Allegri è considerato un allenatore di primissima fascia?
«Perché, oltre ad essere molto valido a livello di tecnico/tattico, sa leggere le partite mentre accadono. Come sa, ogni gara può cambiare più volte durante il suo svolgimento. Bene, Allegri è in grado di leggerle e sa intervenire nel modo migliore».

 

Felice della conferma di Cristiano Ronaldo in bianconero?
«Beh, CR7 resta perchè ha un contratto (ride, ndr). Stiamo parlando di un campione. Nonostante sia un po’ in là con gli anni, il suo valore non è in discussione. Credo che Allegri saprà gestirlo al meglio, considerati i tanti impegni che attendono la Juventus».

 

Crede che la Juventus abbia colmato il gap con l’Inter?
«Il ritorno di Allegri alla Juventus e gli addii di Conte e Hakimi dall’Inter hanno già riequilibrato, ad oggi, la situazione. Poi bisognerà capire cosa accadrà nel mercato».

 

Si aspetta qualche grande colpo?
«Per ora è stato un mercato solo di allenatori, infatti si parla solamente di loro. Allegri, Inzaghi, Sarri, Mourinho, solo allenatori. Credo che la partenza di Hakimi sia da sottolineare. L’Inter ha perso il segugio di Lukaku».

 

E il Milan?
«Se ne è andato Donnarumma, non un fatto di poco conto…».

 

A proposito di Milan, sabato torna il Trofeo Luigi Berlusconi…
«Ho partecipato a tanti Trofeo Luigi Berlusconi. Non è mai stata una semplice amichevole, era qualcosa di diverso. Ai miei tempi era uno scontro che faceva capire chi tra Milan e Juventus aveva più chance di vincere lo Scudetto»

 

Ora però non è più Milan-Juventus ma Monza-Juventus, anche se il duo Berlusconi-Galliani è sempre presente…
«Contento che il duo Berlusconi-Galliani sia ancora in pista. Hanno dato tanto al calcio, stanno facendo bene anche al Monza».


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 28 Luglio 2021, 08:45

© RIPRODUZIONE RISERVATA