Tifoso del Liverpool ferito a Napoli, il Ceo dei "reds" lo porta al Cardarelli: «Medici e polizia non ci assistono». Poi si scusa e ringrazia su Twitter
di Simone Pierini

Tifoso del Liverpool ferito a Napoli, il Ceo dei "reds" lo porta al Cardarelli: «Medici e polizia non ci assistono». Poi si scusa e ringrazia su Twitter

Un tweet al vetriolo quello del Ceo del Liverpool Peter Moore in trasferta a Napoli per la prima giornata di Champions League. In ospedale al Cardarelli al fianco di un tifoso dei "reds" ferito in un bar a Napoli ha criticato la situazione avvertita al suo arrivo al pronto soccorso. «Sono all'ospedale con Steven in questo momento. Non lo lasceremo finchè le cose non miglioreranno, quindi per ora tutti possono smettere di preoccuparsi. Stiamo cercando di farlo vedere da un medico, ma qui c'è totale mancanza di assistenza da parte della polizia e del personale medico», ha twittato sul suo profilo ufficiale. 

Leggi anche > Super Napoli, Liverpool affondato con Mertens e Llorente: 2-0. Le pagelle​

Leggi anche > Napoli, De Laurentiis si esalta: «Orgoglioso di essere il vostro presidente»​

Il tifoso, secondo una ricostruzione dei supporters inglesi apparsa su Twitter, sarebbe stato aggredito in un bar a Napoli dai tifosi azzurri. Giunto allo stadio, sarebbe "collassato" in tribuna per la perdita di sangue.

Trasportato in ospedale, assistito dal Ceo in persona, è stato soccorso dai medici e, dopo le medicazioni, è arrivata la rettifica dello stesso Peter Moore che ha ringraziato gli operatori sanitari. «Il personale dell'ospedale e la polizia hanno aiutato Steven e sono stati molto collaborativi - ha scritto - È stato visitato e sarà monitorato per tutta la notte. Mi ha chiesto di ringraziare tutti per la preoccupazione e l'affetto dimostrato»
 
Mercoledì 18 Settembre 2019, 13:04



© RIPRODUZIONE RISERVATA