Milan-Verona 3-2, le pagelle: Leao cambia il volto della partita, Pioli da record. Delude solo Romagnoli
di Daniele Petroselli

Milan-Verona 3-2, le pagelle: Leao cambia il volto della partita, Pioli da record. Delude solo Romagnoli

A San Siro gara dalle mille emozioni che il Milan porta a casa, battendo il Verona in rimonta 3-2. Ospiti avanti con Capriari e Barak, ma rimontati nella ripresa da Giroud, Kessiè (rig) e dall'autorete di Gunther. Rossoneri in testa per una sera e miglior partenza di sempre in Serie A.

 

LE PAGELLE DEL MILAN

Tatarusanu 6: come esordio non c'è male, visto che il Verona si fa sentire spesso dalle sue parti. Si fa trovare pronto ma sulle reti può ben poco. Intuisce il rigore e non ci arriva per un soffio.

Calabria 6: fatica parecchio nei primi minuti, da una sua mancata diagonale arriva il gol di Caprari. Davanti prova ogni tanto con generosità, ma non è molto preciso nell'ultimo passaggio. Migliora col passare dei minuti.

Tomori 6: serata che si mette subito male, lui prova ad arginare gli attacchi ma non trova il supporto dei compagni. Troppo titubante nell'occasione del rigore procurato da Kalinic. Sale decisamente di livello nella ripresa.

Romagnoli 5.5: non è solo il penalty procurato a rovinare la prestazione. In generale il capitano del Milan sempra poco reattivo e spesso si pesta i piedi con i compagni in fase di chiusura. 

Ballo-Touré 6: ci vuole quasi un tempo perché carburi sulla fascia sinistra. Barak e Caprari, quando staziona lì, gli fanno venire il mal di testa. Più deciso nella seconda parte di gara.

Kessie 6.5: irriconoscibile per quasi un tempo, avulso dalla manovra, si limita al compitino. Ma il Milan nella ripresa cambia ritmo e anche lui lo fa. Il rigore è perfetto, come spesso gli capita.

Bennacer 6: nei primi 20' è costretto addirittura a prendersi palla al limite della propria area e fatica terribilmente a creare qualcosa di buono. Cambia decisamente passo nel secondo tempo e si vede un Milan diverso. (Dal 32' st Ibrahimovic 6: si rivede dopo un bel po' e per poco non trova anche la rete)

Saelemaekers 5: la volontà c'è, ma la precisione no. Serataccia per lui, che si muove sulla trequarti ma fatica a trovare gli spazi giusti. Abulico. (dal 1' st Castillejo 6.5: bravo a dare la scossa con le sue iniziative, decisivo nel gol del sorpasso col suo cross velenoso in area deviato da Gunther)

D. Maldini 6: uno dei pochi a metterci qualche idea e soprattutto lo spunto di prima per cercare di evitare il pressing asfissiante dei gialloblu. Ha anche un paio di occasioniche non sfrutta. (Dal 1' st Krunic 6.5: grande verve e decisione in ogni pallone che tocca, determinante nel secondo tempo del Milan)

Rebic 6: il più attivo del Milan nella prima frazione. Svaria su tutto il fronte, prova a far salire la squadra e a tentare di inventare lì davanti. Poi l'ennesimo infortunio che lo mette ko. (Dal 37' pt Leao 7: con i suoi movimenti crea sempre pericoli. Svaria molto sul fronte d'attacco e sfiora anche la rete. Decisamente in palla)

Giroud 6.5: rientra come titolare ma almeno per un tempo fatica a trovare ritmi e movimenti. Dopo di che mette la sesta e sale di livello. Gol che fa partire la meritata rimonta dei rossoneri. (Dal 37' st Tonali sv)

all. Pioli 6.5: decisamente male per un tempo, ma il suo Milan è bravo a non mollare mai e a sfoderare una ripresa coi fiocchi, risolta con tenacia e qualità. Se questo Milan è da record è soprattutto merito suo

 

LE PAGELLE DEL VERONA

Montipò 6

Ceccherini 6 (Dal 1' st Sutalo 5.5)

Gunter 4.5

Casale 5.5

Faraoni 5.5

Veloso 6 (Dal 16' st Tameze 5.5)

Ilic 6

Lazovic 6 (Dal 34' st Cancellieri sv)

Barak 6.5

Caprari 6.5 (Dal 16' st Simeone 6)

Kalinic 6.5 (Dal 19' st Lasagna 5.5)

all. Tudor 5.5


Ultimo aggiornamento: Sabato 16 Ottobre 2021, 23:56

© RIPRODUZIONE RISERVATA