Le pagelle di Inter-Bologna 6-1: bene il duo Lautaro-Dzeko, Dumfries è una freccia. Arnautovic non si vede mai
di Fabrizio Ponciroli

Inter-Bologna 6-1, le pagelle: bene il duo Lautaro-Dzeko, Dumfries è una freccia. Arnautovic non si vede mai

Reduce dalla beffa in Champions League contro il Real Madrid, l'Inter si riscatta in campionato con un roboante 6-1 ai danni di un Bologna irriconoscibile.

 

LE PAGELLE DELL'INTER

HANDANOVIC 6,5
Si gode la bella vittoria nerazzurra da una posizione decisamente privilegiata. Attento quando serve. Peccato per il gol preso nel finale.

SKRINIAR 7,5
Fa tutto e lo fa benissimo. In difesa è un gigante. In avanti mette nuovamente la sua firma. Immenso.

DE VRIJ 7
Talmente chirurgico che sembra leggere le azioni dei felsinei in anticipo. Non sbaglia nulla. Perfetto (22' st Ranocchia 6: non concede nulla, ci tiene).

BASTONI 7
Ormai è una certezza. Anticipi vigorosi e, quando c'è da ripartire, fa sempre la scelta giusta (29' st Kolarov 6: minuti per crescere di condizione).

DUMFRIES 7,5
Si traveste da Hakimi. Devastante se lanciato in profondità. Bravissimo nell'occasione del gol di Lautaro. Freccia nerazzurra. Duracell.

BARELLA 7
Un paio di giocate spettacolari. Gestisce i momenti del match con grande saggezza. Qualità sopraffina.

BROZOVIC 7
Il geometra del centrocampo nerazzurro. Orchestra la manovra con estrema serenità. Bravo anche nel pressing (29' st Gagliardini 6: gestisce la situazione).

VECINO 6,5
Finalmente torna protagonista. Alla prima da titolare della stagione, dimostra di poter essere ancora molto utile alla causa nerazzurra. Gol che fa morale. Recuperato.

DIMARCO 7
Un motorino inesauribile. Si propone continuamente e, quando c'è da servire l'assist ai compagni, è molto preciso.

LAUTARO 7
Pronti via ed ecco un gol di grande fattura, sfruttando le sue grandi doti di attaccante. Gioca rilassato (22' st Sanchez 6: grande impegno, nonostante il risultato sia già deciso).

CORREA 6
Si fa male quasi subito. Peccato (28' st Dzeko 7: lotta, si sacrifica e, alla fine, trova una bella doppietta).

INZAGHI 7,5
Azzecca tutte le mosse. Sembra sempre più la sua squadra. Diverte e si diverte. Altra prestazione significativa.

LE PAGELLE DEL BOLOGNA

SKORUPSKI 5
Raccoglie il pallone dalla rete ben sei volte. Fa il possibile per evitare guai peggiori ma è anche poco fortunato.

DE SILVESTRI 5
In costante affanno. Deve sempre rincorrere gli avversari e, spesso, non li raggiunge mai (30' st Theate 6: unico che può sorridere in casa felsinea, segna il gol della bandiera che festeggia con ardore).

MEDEL 5
Si fa trovare impreparato sul taglio di Lautaro che vale il vantaggio nerazzurro. Ci mette la garra ma non sempre basta quella.

BONIFAZI 4,5
Gara da dimenticare. Non ha mai i tempi giusti, saltato con grande facilità. Avvilito. Si dispera e ne ha tutte le ragioni.

HICKEY 5
Poco deciso nell'occasione del gol nerazzurro di Lautaro. Un po' troppo timido. Fatica a trovare la giusta posizione in campo (11' st Dijks 5: ci prova, non lascia un segno positivo).

DOMINGUEZ 5
Non incide mai. Viene ingabbiato dai nerazzurri. Non una giocata degna di questo nome. Bloccato (25' st Van Hooijdonk 5: non cambia nulla con la sua presenza in campo).

SVANBERG 4,5
Sparisce dal campo dopo il primo gol nerazzurro. Vaga alla ricerca di sè stesso senza mai trovarsi. Spaesato (11' st Vignato 5: vorrebbe fare tutto, non combina nulla).

SKOV OLSEN 5
Finisce nel tritacarne nerazzurro senza neanche accorgersene. Nessuna soluzione al rebus. Perso.

SORIANO 5,5
Uno degli ultimi ad arrendersi. Peccato che sia uno dei pochi a crederci anche quando la partita è compromessa.

SANSONE 4,5
Una girata interessante che finisce a lato. L'unico guizzo in una prestazione anonima. Non pervenuto (11' st Barrow 5: tanto movimento per nulla).

ARNAUTOVIC 4,5
Atteso ad un grande match contro la sua ex squadra, non combina nulla. Si arrabbia ma la palla non la vede mai.

MIHAJLOVIC 4,5
Non trova il modo di arginare la valanga nerazzurra e il suo carattere non salva la squadra da una brutta figura.


Ultimo aggiornamento: Domenica 19 Settembre 2021, 08:41

© RIPRODUZIONE RISERVATA